Combatti come un Leone
Difenditi come una Montagna
Sorgi come il Sole
Muori come un Eroe

venerdì 30 luglio 2010

sangue del mio sangue

Di solito si usa per indicare qualcosa, o qualcuno generato da noi.
Non credo che sia oramai molto comune sentire un genitore parafrasare i figli in questo modo, è fuori moda.
Perchè bisogna essere molto attenti alle mode, specie quando ci sono di mezzo i figli, il cellulare al momento giusto, il motorino per il compleanno, la gita scolastica da 1000 euro per la gioia dei compagni di classe, le ripetizioni private della CEPU , le vacanze in Sardegna, il Natale a Cortina,  le lezioni di Tennis al Club, altrimenti ditemi la verità, non siamo nessuno.
Non ci si fila nessuno, forse per questo guardo i giovani e mi paiono tutti uguali, poi guardo i loro genitori e vedo affannati 40enni in cerca di rivalutazione.
Davanti a casa c'è un bel giardino, in cui sfoggiano aspiranti veline e ganzi super tirati, motorini truccati e immondizia abbandonata sul prato, a cui nessuno cerca di porre rimedio .Venti anni fa tutti i numerosi bambini  del quartiere avevano più o meno la stessa età  e classe sociale, eppure già allora la bidella della scuola del paese pareva lavorasse alla Casa Bianca, e i suoi figli godevano del privilegio di essere i migliori ricercati compagni. Stronzi, ma molto richiesti, sapete com'è,  noblesse oblige. Non sono stata capace di intavolare alcun rapporto con  queste famiglie, forse non sono stata abbastanza fascion( aspide non so come si scrive) e ne ho tenuto distanti anche i miei figli, vade retro...meglio soli che male accompagnati.
Cosi' il sangue del mio sangue e quello del loro, sangue, si è fatto uomo/donna e ha preso sentieri diversi, i cui risultati ho sotto gli occhi.
 Si dice anche che la mela non cade lontano dall'albero, però, permettetemi, un figlio non è una mela, ha le gambe....e un cervello.
Mettiamo  i nostri figli, il sangue del nostro sangue, in condizione di guardare il mondo con occhi obiettivi in modo che possano imparare il discernimento in tutto ciò che osservano, lasciamo bene che siano diversi da noi perchè noi non siano stati un granchè, visto i risultati che  vedo  su questa Terra.
Il sangue del nostro sangue potrebbe ben essere motivo di riscatto , quando incanalato verso un obiettivo Superiore.
Ma come arrivarci? io  ho fatto quanto potevo, per i miei ragazzi e vorrei che i miei nipoti camminassero sulla stessa  Stella Cometa, la vedo dura, ma possibile, cerchiamo un mondo di pace, fratellanza, diritti rispettati, un mondo accompagnato dai fratelli delle stelle, cosi' vicini.... E per gli altri? ....quien sabe..quo vadis domine?

lunedì 26 luglio 2010

Amore e Pace

26-07-2010

Kabul, si suicida un militare italiano...nessuno ne parla, non fa notizia...

Era tornato a Kabul dopo una licenza. Si è suicidato ieri con un colpo di arma da fuoco nel suo ufficio presso l'aeroporto della capitale afghana. È il 26esimo dall'inizio della missione Isaf, nel 2004.

Preferisco pensarlo, questo ragazzo, in pace e amore. Per lui , per coloro che lo amano, Onore e Gloria, nella Luce di Michele .

Buon viaggio, antica anima....

giovedì 22 luglio 2010

Ma come fai a farcela?

A volte mi manca in maniera assoluta un luogo particolare, dove ero solita raccogliere i miei pensieri, piangere quando ne sentivo il bisogno in  santa pace, cantare a voce alta quando era il momento giusto, parlare da sola senza problemi. Mi manca la chiesa del Sacro Cuore di Gesu', , a Torino.
La conosco in ogni suo angolo, e, quando le cose si inclinavano, avevo preso il passo di rinpinguare le fila sussurrando a me stessa, circondata dal profumo di incenso, un luogo che non ho più saputo ritrovare.
A 18 anni  avevo moltisimi amici, poco praticanti a dire il vero, come me del resto, ma di cui mi fidavo, perchè non sono le parole che possono essere di aiuto, a meno che alle parole non seguano i fatti, e loro di fatti ne erano campioni, persone su cui contare.
Le riflessioni a cui giungevo, senza alcuno che scassasse, erano motivo di forza e persuasione sulle azioni compiute o da compiere e a cui attingevo spesso.
Poi le cose cambiano, le carte si mescolano e oggi,  ciò che valeva ieri ha perso mordente, serve una nuova strategia d'essere.
A volte manca il denaro, a volte manca la salute, insomma, c'è sempre qualcosa che manca....quando manca vuol dire che per motivi differenti non c'è, quindi, bisogna fare come quelli di Faenza, fare senza.
Ecco la mia nuova strategia.
A nulla però vale riuscire a sbarcare il llunario materiale e spirituale se manca  quella particella essenziale al continuum.....la fede.
E non sto parlando della fede in un qualsivoglia Dio, ma di quella fede che ti fa alzare al mattino convinta che tutto andrà per il meglio,  e questo non c'è dottrina ascetica che possa insegnarlo, l'amore per la vita nasce da dentro, dal centro di luce, e o c'è o... ciccia.

domenica 11 luglio 2010

a guarda, Mandrake al mio posto non era nessuno, va che ti combino....so troppo forte.....

aspide....che faticaccia

penso di aver sistemato ma adesso non riesco più a inserire le foto a fianco dei post...eh eh eh... aiut............

domenica 4 luglio 2010


ciao a tutti,
ho dei problemi con il blog che non riesco a risolvere.
Le etichette non mi accettano la richiesta di leggere i post, non riesco a leggere i commenti che mi scrivete e sotto dove c'è POST PIù VECCHI QUANDO CLICCO NON SUCCEDE NULLA.
Ho chiesto aiuto ma non mi hanno risposto.
Se sapete come fare per favore, mandatemi un messaggio: galaxyblu@gmail.com
ciao e grazie.