Combatti come un Leone
Difenditi come una Montagna
Sorgi come il Sole
Muori come un Eroe

lunedì 28 novembre 2011

SIAMO TUTTI MAESTRI ( del cavolo )


Qualche anno fa ho avuto modo di conoscere  una certa persona e di lavorarci insieme .
Ero convinta che potessimo avere  in comune idee, punti di vista, obbiettivi. Quando c'è modo di frequentare persone con cui i punti in comune sembrano essere rilevanti penso che sia normale  possa subentrare un certo fascino derivante dall'espressione collettiva di tutti i presenti. Messi tutti insieme, attraverso esperienze comuni ci si sente molto in gamba e soddisfatti, alla fine.
Poi capita che nonostante i bagni frequenti e le disinfestazioni tramite shampoo appositamente studiati ci sia sempre la solita pulce rompiballe che sa come svicolarsela e dove  ti finisce? ovvio, nell'orecchio.
E' una delle peggori, posso grattare e riempirmi di croste ma quella sta sempre li', ci gode, rimbalza di qua e di là ma sembra immortale, cosi' sono costretta  a porgerle attenzione, la bastarda.
Deve essere di una razza particolare,  di quella che trasmette il virus corrosivo  Distructions,    appartenente all ceppo   Vaffangalismaestrum è' merdas  ,   che attacca prima il sistema centrale là dove si era annidiata la più precoce  delle insidie  :   quella che determina a livello del sistema nervoso centrale un effetto gratificante e competitivo nei confronti dei recettori oppioidi attivati dalle sedute col  pseudo maestro-guida-terapeuta.


Il risveglio che ne  è conseguito mi ha permesso di rendermi conto del pericolo corso: cioè come sia facile farsi accalappiare da chi bene sa vendersi attraverso parole parole parole parole ben ricercate per l'occasione determinante di ottenere seguito.
Alzi la mano fra di voi chi almeno una volta non si è trovato di fronte a tipi come questi, che amano mostrare a tutti il loro percorso, zeppo di incontri ravvicinati e apparizioni , di viaggi cosmici e canalizzazioni , il tutto sbandierato di continuo alla minima occasione, lasciando fluire......fino alla nausea.
Ma sempre molto umilmente, poichè si proclamano strumenti nelle mani delle Guide e da esse vengono plasmati per aiutare chi si rivolge a loro. E plasmano e illuminano con fervore molto umilmente continuando a raccontare di come e di quando si sono accorti delle potenzialità che avevano e di come e di quando si sono manifestate e vai di continuo su quante ne hanno passate e di come in ogni istante tra l'altro perfetto, siano in contatto con Esseri Superiori.


Poi succede che durante un lavoro mi accorgo di come sia veramente, questo tipo, di cosa porta, questo portatore /trice, e mi si sbarrano gli occhi.
Prego?
E tu saresti cosa?

Sono convinta di due cose: Primo,  chi sa fare non lo va a raccontare e sbandierare , Secondo,  chi sa fare non parlerà mai di se e di come ci sia arrivato.
C'è anche un terzo punto: chi sa fare è l'umiltà in persona.
Poi c'è chi sa fare ed è un figlio d' antiocchia,  e  la colpa non è sua, ma di chi continua dargli seguito.

guardati dai falsi maestri, diceva qualcuno e io aggiungo: e vedi di pararti il culo . 


strabacioni a tutti.



2 commenti:

  1. ogni riferimento a fatti o persone è assolutamente e puramente casuale.... gh gh gh

    RispondiElimina
  2. Hai proprio ragione.. Io non so a chi ti riferisci in particolare, ma di falsi umili e falsi maestri ce ne sono un sacco purtroppo. Chi ha un dono così grande non ne fa propaganda.

    RispondiElimina