Combatti come un Leone
Difenditi come una Montagna
Sorgi come il Sole
Muori come un Eroe

giovedì 12 dicembre 2013

AUGURI MOLTO DRAGOSI


e cosi' ancora una volta giunge Natale. 
Ogni Natale è diverso dal precedente,  tranne che per quella melodia che danza nel cuore che pur essendo a tratti meno evidente è pur sempre presente quando arriva il periodo natalizio.
Ed è una canzone che o c'è o non c'è, una delle poche cose che non si possono acquistare od ottenere, sono intrinseche e basta. 
E mi dispiace per coloro che non la sentono, che continuano a vedere o il Natale commerciale e consumista o quello religioso , incapaci di godersi l'atmosfera che è completamente estranea a tutte e due queste possibilità.
Per poterlo fare serve un'animo fanciullesco, che crede nelle fiabe e nelle fate, nei folletti e nei miracoli, che crede nello Spirito del Natale.
E allora tanti auguri a chi, come me, ama questa festa come un bambino, in bambino molto piccolo direi, a 6 anni è già forse troppo adulto e perso nei video giochi.
Buon Natale a chi sa ascoltare questa dolce melodia e sa sentire il profumo che c'è nell'aria, un profumo che sorge solo sotto le feste di Natale e che sa di zucchero filato, cannella e mandorle, datteri dolcissimi e torrone.


Buon Natale Dancelos, Candido, Merlinetto e Grande Drago.....

giovedì 14 novembre 2013

le fasi del risveglio


Su scala collettiva, ci sono fasi differenti di risveglio: alcuni si stanno appena risvegliando e cercano il loro scopo cercando di integrare i due mondi in una composizione che ha senso, alcuni sono profondamente addormentati nella loro ego-personalità e prigionia culturale, e ci sono altri che si stanno in parte risvegliando, ma vengono manipolati da influenze esterne a permanere con le masse addormentate. E c’è chi si  è  risvegliato e sa, con profonda convinzione nell’impegno dell’Amore Divino, che la sua missione principale è quella di attivare e riaccendere tutti quelli che si trovano nelle categorie di cui sopra, cosi' che tutti loro possano unirsi al Gran Risveglio. 
Ora, questo è  importante: la missione non è quella di “unirsi alla folla illuminata ed essere felici”, e neppure “per la gloria di Dio, io aiuterò voi miseri che vivete nell’ignoranza a risvegliarvi”.
 Non si tratta di predicare la buona novella ai peccatori del mondo. Chi dorme non è un peccatore. Non sono cattive persone e neppure stanno più in basso di voi o di me. 

da Stazione Celeste- Wingmakers speak

lunedì 28 ottobre 2013

IL COLORE DEI DRAGHI : NERO


Ebbene, ho trovato un sito in inglese dove c'è una mole tale di informazioni sui draghi che è impressionante. Ho chiesto di poter inserire sul mio blog gli articoli ma ancora non mi hanno risposto.
 lo faccio ugualmente, cito fonte e sito, non cambio nulla cercando di sistemare al meglio la traduzione e domandando scusa se non risulterà perfetta.
Ringrazio questo autore o autori, perchè trovo che sia un sito bellissimo, che ripaga in pieno la mia sete di ricerca su queste creature. Grazie a voi ed ecco il primo pezzo che viene dal sito http://www.blackdrago.com, PER TUTTO IL RESTO VI RIMANDO AL SITO.

IL SIMBOLISMO DEL COLORE NERO


 ILnero è l'assenza di colore, il negativo di bianco.  Per questo motivo, il nero è il colore del vuoto primordiale, quella che esisteva prima della luce. Nero possiede un misterioso senso di estinzione, ed è considerato il colore della notte, dove l'ignoto è manifesto, ma nero rappresenta anche lo stato germinale, l'inizio sicuramente a crescere.
L'affermazione che il nero è universalmente associato con la morte, il male, e la malattia sembra in un primo momento,  ma un altro sguardo rivela che il nero ha molte altre associazioni, come la fertilità e le terre appena fecondate.
In alcune parti del mondo arabo, il nero è considerato sfortunato,  , ma il nero è anche un simbolo di potere e di autorità, un emblema del Califfato, il primo sistema di governo stabilito nell'Islam. 
E'un colore che sembra indifferente, incapsula il segno di umiltà e di rispettabilità. 
In Egitto, il nero è il colore della resurrezione e della vita eterna,  associata alla dea madre e della fertilità, soprattutto in connessione con il rosso, o il sangue
In Cina, nero rappresenta l'elemento Yin passivo. Il suo elemento opposto, Yang, è di colore giallo brillante. ] Anche se il nero è considerato un colore per i ragazzi giovani,  resta un colore del buio e non è solitamente indossato come un colore primario.  Nelle 4 direzioni primarie, il nero è il colore del Guerriero Oscuro,, raffigurato come una tartaruga con un serpente intrecciato.  Il Guerriero Oscuro simboleggia la direzione nord, e, a differenza delle altre direzioni, non fu mai onorato o venerato. Le persone lo consideravano e temeva no   per essere la casa del dio distruttivo dell'oceano.  elemento del Guerriero Oscuro è l'acqua, e nel Wu Xing, i cinque elementi della Cina, il nero è associato con l'elemento acqua. 
Per l'Apache del Nord America, il nero simboleggia l'occidente, dove il sole tramonta. In tutte le parti dell'Europa occidentale, il nero simboleggia periodi di lutto, funerali, e Halloween. 
In Feng Shui, nero è associato all'elemento acqua e lo yin passivo.
 Nero rappresenta il denaro o di reddito, la carriera, la protezione emotiva, potenza, stabilità .
Nella psicologia junghiana, il nero rappresenta l'aspetto ombra della psiche inconscia, e in altre scuole di psicologia, il nero è stato collegato con la fiducia in se stessi, forza e potenza. 

Sintesi del Simbolismo del colore nero

Il nero è associato con il buio, l'ignoto, l'invisibile. La paura ispirata da queste connessioni può essere la ragione che il nero è diventato un colore simbolo di potere e autorità. Il nero è associato con la notte e il sole al tramonto. Nero è collegato sia con la morte e la rinascita.Fertilità e la dea madre, connessi anche con la morte e la rinascita, si intrecciano con il colore nero.
Indossare un abito nero potrebbe essere una indicazione della posizione o autorità, o può essere un segno di lutto, perdita, o addirittura una malattia.
Poiché nero simboleggia il vuoto primordiale prima della creazione, appare in ogni persona come la personalità ombra nella psicologia junghiana. Mentre la parola 'ombra' potrebbe indicare negatività, l'ombra non è necessariamente un aspetto negativo della psiche. Proprio come l'ombra del corpo fisico, l'ombra della psiche è presente in ogni persona cosciente, evidente solo in contrasto con la mente conscia. Lo stato germinale della creazione, anche, esiste all'interno di ogni persona come parte del aspetto ombra, dal quale nuova sintesi e nuove creazioni spesso sorgono spontaneamente.
La varietà del simbolismo per il colore nero è stratificata. Questo spiega perché nero è anche percepito come un colore caotico,  che rappresenta l'ombra, l'ignoto, e le imprevedibili tà, così come i processi ciclici della vita, morte e rinascita, tra cui la fertilità. Dal momento che la fertilità della terra e la fertilità di essere umano, rimangono sfuggenti, la natura caotica e imprevedibile si coordina con le altre associazioni di nero.

Black Dragons

Black Dragon
Si dice che un animale nero incarna l'assoluto della loro specie, motivo per cui molti animali neri sono scelti per il sacrificio cerimoniale.Si consideri, poi, il drago nero come l'assoluto della sua specie.
.Qualsiasi creatura notturna con la mimetica aggiuntiva di carnagione nera sarebbe indubbiamente resa  molto più pericolosa per gli esseri umani, che non possono vedere bene di notte. Tanto più per un drago feroce.
In Cina, i draghi neri causano temporali quando combattono l'un l'altro nel cielo.
Un drago nero avrebbe numerosi vantaggi nel mondo fisico, come ad esempio scomparire in una grotta o di essere in grado di nascondersi in ombra. Un drago nero, quindi, rappresenterebbe l'ombra in agguato della psiche, una creatura immensamente potente e creativa, anche se altrettanto distruttivo, che può restare invisibile fino al momento di fare la sua mossa.
Tutte le grafiche drago in questa pagina sono stati creati da Donna Quinn .

mercoledì 16 ottobre 2013

Non guardare al peccatore che ti sta innanzii, ma rammenta il ragazzo che ero...


Il titolo di questo post è tratto dal monologo che  Re David ( G. Peck) , nel film Davide e Betsabea recitava dinnanzi all'Arca dell' Alleanza.

Cosi' voglio ricordare la mia mamma, con queste parole a lei dedicate, a lei e a tutti i nostri cari anziani i quali, costretti e trasformati dalle malattie e dalla senilità,  diventano quasi irriconoscibili.
Voglio ricordare la donna che era, quella che mi ha cresciuta e amata, solo cosi' posso affrontare la donna che ho davanti oggi.
Ti voglio bene mamma, cara mamma.

lunedì 30 settembre 2013

LA STAZIONE STELLARE


Città di Luce Day 2013

Inizio cosi' a raccontare di una giornata fra le stelle insieme ai più cari amici blu.
La stanza è piccolina , a dire il vero con tutta la gente che c'era neanche il più grande stadio sarebbe mai stato abbastanza spazioso. Gente da ogni parte, come l'11-11-11, ma molti di più.
Ed è perchè siamo passati tra prove e cambiamenti, scelte e trasformazioni incessanti, è perchè siamo inevitabilmente passati attraverso, ciascuno di noi, la propria Ascensione personale, perchè abbiamo oltrepassato l'ultimo anno del calendario Maya cavalcando rimanendo aggrappati, con le unghie e con i denti, alla nostra leggenda personale, perchè siamo gente di Michele, con le palle quadrate e blu, gente che non molla davanti a nulla.
Perchè sappiamo amare senza riserve ed aiutare gli amici senza esitazione, perchè abbiamo conquistato a pieno merito il posto che da sempre ci stava aspettando al di là del velo.
Certo siamo ancora qua, ed è questa la cosa, la vera Ascensione, siamo ancora qua eppure già non lo siamo più.
Ci posso spendere  pagine di enciclopedia a ragionare sul termine Ascensione, ma sono tutte teorie e come tutte le teorie lasciano il tempo che trovano e vanno bene per coloro che attendono un  quale guru o quale raggiungimento elevato, stadio ultimo dell' Illuminazione che certi  tentano di cucire addosso a qualcun'altro.

Ci sono birilli e birilli, ginepino e ginepino,  blu e blu.
Con loro siamo saliti di un ottava e garantisco che è vero, perchè per la prima volta sono stata capace di giungere  a una Stazione Stellare.
Era là, immensa e bella da togliere il fiato, incredibile e fantastica e l'ho vista davvero.

Certo , ok, tu già ne hai viste a centinaia, ci passi già i fine settimana,  ci hai pranzato ieri sera insieme ai Siriani, sei un diplomatico rappresentante di parte, punto di congiunzione, amico strettissimo del segretario , li vedi dalla finestra ecc ecc ecc ecc e per te questa  cosa  che vuoi che sia.

Blhaaaaaaaaa....e chi se ne frega , levati da qua e cambia pagina. Porta le chiappe su Marte e restaci, come diceva Arnold.

Dov'ero rimasta? a già, a Lama-Yoda, gh gh gh.

e adesso che ho capito come grazie a loro, posso rifarlo, mi auguro, che puffolata galattica.
Grazie a tutti i cuori blu che erano con me, grazie a Città di Luce e a LamaYoda.

Grazie a Te, Capo.
un'ultima cosa, c'era un'ultima cosa che non ho detto a nessuno, c'eri tu, bella e splendente, proprio davanti a me.

                                                              LUINE

lunedì 23 settembre 2013

UN' ARCOBALENO DAL CUORE


LA LAMPADA DI ALADINO


I lavori di Ombretta mi parlano di mondi lontani, di maghi e incantesimi, ti tempi passati e paesaggi futuri. La sua arte particolare mi ha colpita e quando incontro qualcosa che non solo mi piace ma ritengo di valore, amo condividerlo.
Grazie per avermi dato il permesso di riportare qua il tuo mondo.
Questo è il suo blog, dove troverete i suoi sogni.

SE POI UN DRAGO È AL TUO FIANCO, BHE',  VALEVA LA PENA CONOSCERTI. CIAO.


COLORO CHE CAMMINANO TRA I MONDI


Gli antichi ci hanno tramandato che proprio in quest’epoca sarebbe nata una generazione di persone dotate di uno speciale potere insito nel loro essere, che si sarebbe risvegliato in virtù della loro esperienza di vita, nei loro rapporti umani… con il risveglio quegli esseri non sarebbero mai più stati gli stessi. Con il risveglio neanche le loro parole ed i loro corpi sarebbero più stati gli stessi. Gli antichi erano così certi del momento in cui questo sarebbe avvenuto e del ruolo che gli esseri umani avrebbero avuto nel cambiamento, che diedero persino un nome a coloro che sarebbero vissuti in quest’epoca: coloro che camminano tra i mondi.

Gregg Braden

GRAZIE ORIONE

sabato 31 agosto 2013

ATTRAVERSO GLI OCEANI DEL TEMPO







A ciascuno di voi è riservata una persona speciale. 
A volte ve ne vengono riservate due o tre, anche quattro. Possono appartenere a generazioni diverse. 
Per incongiungersi con voi, viaggiano attraverso gli oceani del tempo e gli spazi siderali. Vengono dall'altrove, dal cielo.
Possono assumere diverse sembianze, ma il vostro cuore le riconosce. Il vostro cuore le ha già accolte come parte di sé in altri luoghi e tempi, sotto il plenilunio dei deserti d'Egitto o nelle antiche pianure della Mongolia. 
Avete cavalcato insieme negli eserciti di condottieri dimenticati dalla storia, avete vissuto insieme nelle grotte ricoperte di sabbia dei nostri antenati.
Tra voi c'è un legame che attraversa i tempi dei tempi: non sarete mai soli.-L'intelletto può intromettersi e dire: "Io non so chi tu sia", ma il cuore lo sa.

Brian Weiss.


DAL FORUM CITTÀDILUCE  
un bacionissimo blu alla puzzola Jedi.

domenica 25 agosto 2013

L' EPOCA DI MICHELE




L'epoca di Michele è sorta. I cuori cominciano ad avere pensieri; l'entusiasmo non fluisce più soltanto da oscurità mistiche, bensì da chiarezza d'anima sostenuta dal pensiero.

Comprendere ciò vuol dire accogliere Michele nel proprio intimo. I pensieri che oggi tendono ad afferrare la spiritualità devono germogliare da cuori che battono per Michele, riconoscendolo nell'universo come il fiammeggiante principe del pensiero"


.(Rudolf Steiner, da "Massime antroposofiche")

 DAL FORUN DI CITTÀDILUCE  CIAO KILLUCCINA.



giovedì 4 luglio 2013

sono appena diventato papà di un drago

Ci sono cose a cui non so resistere e questa ne è un chiaro esempio.
Non solo è scritto benissimo da rasentare la perfezione, ma , è addirittura costruttivo.
Impossibile rimanere immobili dopo averlo letto a meno che non si appartenga alla categoria sculture.
Ringrazio di cuore per il permesso ed ecco che vi propongo questo capolavoro di architettura letteraria.


La posta del cuore – Sono appena diventato papà di un drago

Dopo l’articolo su quello che succederà nella prossima stagione di Game of Thrones, il blog è diventato (avrei detto inaspettatamente, ma sono un narcisista) luogo di ritrovo dei fan di questa meravigliosa saga. La maggior parte di loro lo fa per insultarmi, ma c’è anche chi vuole solo avere dei consigli. Per inciso, sappiate che, tra i due, preferisco gli insulti. Leggiamo, comunque, questa lettera di L. da V. (che anche le città hanno diritto alla privacy), e vediamo che vuole.
D: Caro Unidays, sono un grande appassionato di GoT e per questo motivo, l’anno scorso, ho comprato delle uova di drago. Io volevo solo un bell’oggetto da esibire in salotto, ma la settimana scorsa la casa ha preso fuoco, così ora mi trovo ospite di amici… e padre di un drago. Cosa posso fare? Considera che mia moglie è contraria agli animali in casa (soprattutto ora che la casa non ce l’abbiamo più) e, se lo venisse a sapere, mi lascerebbe.
R: Caro L., anche se dalla nostra amata serie tv sembra quasi che essere genitore di un drago porti con sé solo dei vantaggi, devi sapere che le cose non stanno affatto così. Certo, ogni tanto potrai mettere a segno una vendetta covata da anni e potresti perfino conquistare un paio di città, ma l’essere il padrone di un rettile alato sputafuoco richiede sacrifici (umani) e un estintore sempre a portata di mano.
La prima cosa da fare è prendere le tre “A” (Amore, Affetto e Attenzione) e buttarle via, perché non è di questo che ha bisogno un drago. Al contrario, dovrai imparare sempre ad assecondare le sue tre “V”: Voli, Viveri e Vittime. Se il cane vuole fare una passeggiata e tu non ne hai voglia, ti abbaierà fino a quando non avrai cambiato idea; se un drago vuole volare e tu non lo accompagni, darà fuoco a tutto ciò che hai di più caro fino a quando non avrai cambiato idea. A tal proposito, ricordati che tu non sei la madre dei draghi, quindi procurati una tuta ignifuga da avere sempre a portata di mano per il momento in cui lo realizzeranno.
Ad ogni modo, non disperare. Il tuo drago resterà di dimensioni ridotte (o comunque gestibili) per almeno un anno, poi inizierà a ingigantirsi come una donna dopo la menopausa. Quindi, a meno che uno degli amici che ti ospita non urli, dopo una serata alcolica, “DRAKARIS!” potresti anche riuscire a nascondere sia a loro che alla tua consorte la presenza del rettile. Nel frattempo, però, ci sono due cose che devi assolutamente fare:
1. Abbandonare il tuo lavoro e aprire una macelleria, visto che i draghi hanno bisogno sempre e comunque di carne. So che hai studiato da perito informatico e non era questo il futuro che ti aspettavi, ma anche tuo padre ha dovuto stravolgere i suoi piani per il futuro per te, e tu non eri neanche potenzialmente in grado di incenerirlo.
2. Andare a vivere in un castello. Questo è il momento migliore: tra la sospensione dell’Imu e le offerte di Groupon, tutti sono in grado di vivere in un castello, anche solo in affitto. Il fatto che tu non abbia più una casa dovrebbe rendere il trasloco meno sospetto. Comunque, se qualche amico insiste con le domande e i sospetti, ricorda che i draghi hanno bisogno di imparare a cacciare molto presto.
Per quanto riguarda tua moglie, infine, la soluzione ideale è quella di metterla davanti al fatto compiuto, ovvero quando l’apertura alare del tuo cucciolo avrà superato i 12 metri. Come ogni partner alle prese con un nuovo animale domestico, all’inizio sarà molto diffidente, ma col tempo riuscirà ad affezionarsi più di te. E poi scommetto che anche lei avrà qualche persona che non le va proprio a genio…

sabato 29 giugno 2013

L' ABBRACCIO DI MIKAEL

La commozione che ho provato stamattina mi resta difficile da spiegare ma so che gli amici che camminano sul raggio blu comprenderanno bene cosa intendo.
Oggi sembrava una giornata come tante,  piena di cose da fare.
Nel mezzo della mattinata, mentre sfaccendavo mi sono sentita chiamare , vieni che qualcuno ti cerca.

Ho sceso le scale, ma la persona che avevo davanti non l'ho riconosciuta, nei pochissimi attimi prima che mio nipote mi parlasse ho vagliato centomila possibilità ma nulla...

Cosi' l'uomo che avevo davanti si è visto costretto a illuminarmi : Ciao mi ha detto,  ma lo sai che sono 17 anni che non ti vedo?  sono il marito di Mariella, ti ricordi di Mari?  io sono MICHELE...
non posso fermarmi neanche due minuti mi dice, devo andare via subito, ma oggi ho voluto assolutamente venire a salutarti....
e mi abbraccia, mi saluta, gli dico di salutare Mariella ed ecco che è già uscito..

ed io ci sono rimata secca......ma come, ma lui, ma chi, era lui, ma ma ..usignur.!!!!!!

per me è stato un regalo grandissimo, Miky è venuto da me per un abbraccio, per dirmi guarda, per dirmi ancora una volta, ricordati che non sei sola.

mercoledì 29 maggio 2013

Ogni tanto
mi fermo a riflettere sul tempo che passa e su come e in che modo succede che le cose possano cambiare velocemente, prima tutto come sempre poi in un attimo tutto viene stravolto.
A come quello che sembrava un argomento chiuso diventi oggetto di nuove discussioni e di come questo ravanare nel passato mi urti, poichè mi piace parlare più volte e spesso, fino ad esaurimento dell'argomento ma decisamente mi viene la diarrea a ritornarci su quando poi trascorre molto tempo.
Se c'è da discutere mi piace farlo subito, ritornare sul latte versato è deplorevole.
Eppure lo si fa di continuo, non si ricordano più le frasi e chi abbia detto cosa ma caspita, se ne riparla, aggiungendo , togliendo, aggiustando,tanto che poi cosa sarà effettivamente successo a quel tempo lo sa solo Dio, che noi stiamo solo sceneggiando.
La sceneggiata napoletana, famosa in tutto il mondo è la carta che viene giocata dalla vittima del momento ( cosi' si presenta) ma che invece è una vipera travestita.
Sarà che più passa il tempo e meno ho voglia di seghe mentali .
Mha.
Più mi guardo intorno e più vedo un guazzabuglio di persone inguazzabugliate.
A volte penso ma che succede? che fine ha fatto Peter Pan? e mi sale una tale compassione nel notare queste anime imprigionate che non riescono a splendere e continuano, continuano tra Dallas e il Milionario, una crocera Costa e gli incontri ravvicinati di un unico tipo.
So che ciascuno ha una propria via non è su questo che sto argomentando, ma su come  siamo sempre più orfani di contatti veri, mentre arricchiamo di insignificanti presenze.

Sarà per questo che ho deciso su  pochi ma buoni, ho deciso che i veri amici devo onorarli , ho deciso che tengo a me stessa e voglio vivere nella Luce di Michele, sotto le ali dei Draghi, circondata dalla Luce.
Forse sono andata fuori tema ma questo per mia fortuna non è un tema, è il mio blog.
Un saluto a tutti.

INVOCAIONE DI METATRON PER SCIOGLIERE GLI ANTICHI VOTI





ecco un modo pratico, una invocazione da ripetere ogni gorno, per 21 giorni di seguito per chi pensa di sentirsi più sicuro invece che farlo una volta sola.
Diversamente se la vostra consapevolezza viaggia a pieno carico basterà una sola volta.......auguri dragosi a tutti.



invocazione per sciogliere gli antichi voti


“Rescindo ora tutti i voti presi per sperimentare l’illusione dell’inconsapevolezza.

In quanto portatore di luce della mia stirpe genetica spezzo questi voti per me e per tutti

i miei antenati su qualsiasi linea temporale, passata, presente e futura 

In quanto servo della luce annullo ora tutti i voti fatti in nome della povertà, 

del celibato e del male sotto ogni forma

Dichiaro nulli e invalidati questi voti per l’incarnazione presente e per tutte quelle 

di ogni altro tempo e luogo, 

realtà parallela, universi paralleli, realtà alternative, universi alternativi, in ogni sistema solare 

ed in tutti i sistemi e le dimensioni della fonte divina, per me e per ogni mio antenato 

in qualsiasi linea temporale, 

così come per ogni mio successore. Chiedo che vengano liberati tutti i cristalli, 

gli strumenti, le forme pensiero, 

le emozioni, le matrici, i veli, la memoria cellulare, le rappresentazioni della realtà, 

le limitazioni genetiche e la morte, ORA! 

In virtù della legge della grazia, del perdono, della misericordia e della compassione, per volontà 

del creatore invoco il risveglio! 

Per volontà del creatore IO SONO SVEGLIO!”



Questa è una versione migliorata e adattata dal lavoro di Maureen J. St. Germain

Fonte : Oltre il fiore della vita, Maureen J. St. Germain

da http://www.coscienzanuova.net

lunedì 15 aprile 2013

GHIBLI

CIAO AMICO MIO.
PENSAVI FORSE CHE NON PARLASSI DI TE SUL BLOG?
ECCOMI QUA A RICORDARE QUANTO ABBIAMO TRASCORSO INSIEME.
DAL PRIMO GIORNO CHE ARRIVASTI QUA INSIEME AL TUO FRATELLINO NERONE, A TUTTI I GUAI DI SALUTE CHE HAI PASSATO.
TI RICORDI QUANDO TI VENNE LA FEBBRE A 40 PERCHE' TI AVEVO DATO DA MANGIARE UNA FRITTURA DI PESCE CON IL LIMONE SENZA SAPERE CHE IL LIMONE ERA PERICOLOSO PER TE?
E QUANDO TI VENNE UN VIRUS INTESTINALE E SCAGAZZAVI OVUNQUE?
E QUANDO ARRIVAVI A MESI ALTERNI MEZZO ROVINATO PER LE BATTAGLIE AMOROSE?
POI CI FU IL FAMOSO ASCESSO....
E POI LA PLEUROSCAPOLOASSASSINOTICA, ( COME LA CHIAMAVA CRIS) , CHE TI RIDUSSE MORIBONDO,  E LA BRONCHITE VIRALE...

NE HAI PASSATE UNA CIFRA SUPERANDO TUTTO, HAI UNA PELLACCIA DRAGOSA.
ED ORA CHE IL TUO TEMPO TERRESTRE E' FINITO, SCRIVO DI QUANTO TI HO VOLUTO BENE, VECCHIA PELLACCIA GHIOTTA DI SOTTILETTE,  DI QUANTO CI SIAMO DIVERTITI INSIEME E DI COME ORA, DORMI SERENO, SOTTO L'OLEANDRO BIANCO CHE ABBIAMO COMPRATO TUTTO PER TE, NEL NOSTRO GIARDINETTO  SUL RETRO DELLA CASA.
TI VOGLIO BENE AMICO DI SEMPRE,  E SEI SEMPRE QUI, NEL MIO CUORE.
GRAZIE PER IL TEMPO CHE HAI VOLUTO RIMANERE ACCANTO A NOI.


E COME DICE MIAKAN, STARAI SICURAMENTE SALTELLANDO COI DRAGHI ADESSO.
GRAZIE DELLA FOTO KILLAN, CHE E' BELLISSIMA.

mercoledì 27 marzo 2013

L'ORDINE DELL'ARCO

LUI  VEGLIA....NON  SIAMO   MAI   SOLI.


Dal blogghino di Killucccina.
 gh gh gh gh   smakkkissimo  

giovedì 10 gennaio 2013

musica & musica

Adoro le percussioni, sono gli strumenti musicali che preferisco, certo è  bello il piano, il sax, il violino.
Ma le percussioni, quali che siano, sono ataviche, magiche, entrano dentro salendo piano dal basso e come un fuoco artificiale esplodono , uscendo dal chakra della corona.
Ok, mi sono fumata il criceto,  ma per me è cosi'.
Ho potuto godere del grande talento di Tony Esposito dal vivo, una musica piena di energia , un ritmo che ti porta  proprio dove sei, al centro della Terra.

Dedicato con amore infinito a Fanny e Quelzy,  che hanno deciso di venirmi a trovare.
Avete anche voi porte che si aprono da sole?  gh gh gh gh.
Che bello.