Combatti come un Leone
Difenditi come una Montagna
Sorgi come il Sole
Muori come un Eroe

mercoledì 26 dicembre 2012

riposa guerriero, prendi tempo


Guerriero che a volte hai perso la fede...
stai vedendo la tua metà sparire?
Riposa, guerriero, prendi tempo
vivi il dolore come vivi le gioie
vivi le tue emozioni nel pieno della loro forza
prendi tempo per la tua strategia...
e tieni nella mente la meta e nel cuore la fede.
guerriero che ama e che soffre per amore
non dimenticare perché sei su questa terra
non dimenticare il perché delle tue lacrime
un guerriero buono riceve sempre la sua ricompensa
ma non combattere in virtù di questa
perché l'avidità non fa parte di te....
guerriero che cammina.....
morirai e sorgerai mille volte come il sole....
combatti con la forza di tutte le creatrure viventi
e quando alla fine del tempo riposerai nel grande deserto silenzioso
ricorda: non sei solo....
Piccola apache


grazie Sha ( da Città di Luce)

sabato 22 dicembre 2012

BUON NATALE

ED ECCOCI QUA, ALLA VIGILIA DI NATALE DEL 2012. DA QUELLO CHE VEDO IN GIRO CI SONO BELLISSIMI ADDOBBI,  PRATICAMENTE OVUNQUE.
NELLE PIAZZE DELLE CITTA' LE LUCI SCINTILLANTI PENDONO DAL CIELO, FACENDO AGARA NEI COLORI E NELLE FORME.
AMICI CARISSI, VI AUGURO UN BUONISSIMO NATALE, E UN BUONISSIMO ANNO NUOVO.
E VI PORGO ANCHE UNA RACCOMANDAZIONE:  DITE  AI VOSTRI DRAGHI DI GUARDARSI  BENE  INTORNO, QUANDO VOLANO, LE ALUCCE HANNO UNA PREDILEZIONE PER INTRIGARSI OVUNQUE....OCIO AGLI ADDOBBI NATALIZI. 




E' UNA RACCOMANDAZIONE CHE MI È PARSA  OTTIMA E RINGRAZIO DRAGHI  DEI VISCONTI.
 BUON NATALE AMICI DRAGOSIIIIIIIIIIIIIII.

venerdì 21 dicembre 2012

21-12-2012


Poche parole a voi tutti che state ora leggendo queste righe.
Ecco, questa bellissima immagine che ho rubato dalla mia Città ( grazie Killan)  è il simbolo della Nuova Terra, come si presenta oggi, la bellissima Terra che si sta trasformando, avvolta in un manto blu d'amore. Mi sento cosi', oggi  e non permetto nessun "scivolone" al mio spirito.
Vedo,anche qua a casa,  ci sono state un paio di occasioni poco allineate, ma mi sono scivolate addosso.
Ho scelto l'amore, oggi e fin che posso, e  cosi' è, e auguro a tutti voi, che sia.

martedì 18 dicembre 2012

Bisogna chiudere i cicli



Chiudere il ciclo è più un rito simbolico, ma è determinante, per riuscire ad andare oltre e aprirne uno nuovo di zecca.
Molte volte ho scritto vita da un matrimonio su queste pagine,  parlando di come a modo mio e lo ripeto, a modo mio, ho affrontato determinate situazioni.
Il ritorno di Yoda a casa mia ha segnato un punto definitivo, mi piace pensare che sia l'ultimo, l'ultimo, quello che : GUARDA CHE NON CE NE SARA' UN ALTRO.
Da quel giorno, anche se è praticamente stato un intero susseguirsi durante questo anno, nuovamente è cambiato quel qualcosa che ha portato nel  mio   lavoro del 12-12  il suo culmine.
L'altro ieri, il ciclo iniziato l'anno scorso e che è proseguito fino ad allora, si è concluso.
Non è stata una mia iniziativa, o almeno ne è stata la conseguenza e ancora una volta mi piace pensare che stia entrando nella mia realtà quanto ho deciso che   E'  gia' FATTO.

 gbh " vogliamo chiudere questa storia?"
mua "E' chiusa?"
  gbh "si' , basta fine"
 Mua " chiudiamo il ciclo?  perchè se è chiuso  bisogna farlo, è necessario"
gbh " chiudiamo il ciclo , discorso chiuso, non voglio perderti"

Questo è quanto,  io vado oltre, si apre un nuovo capitolo e anche se c'è  dell'altro forse da sistemare, questo ciclo di  m.....  è stato concluso, dichiarato, di comune intento.

E grazie a Michele, è volto per il verso che volevo.

Molto è cambiato, è già fatto, è già fatto.
IO CREDO IN QUESTO NE SONO CERTISSIMA E' GIA' FATTO.



lunedì 10 dicembre 2012

12-12-12 ORA SE VUOI, PUOI

FORSE PENSI CHE STO SCHERZANDO, COME FACCIO QUASI SEMPRE. 
ORA INVECE DICO SUL SERIO

mi rivolgo a te che stai leggendo, che forse hai perso il lavoro, , che forse sei stanco della vita che fai.
Mi rivolgo a te che desideri un mondo migliore ma che sei sempre rimasto a guardare, o a te, che invece ti sei fatto in quattro per cambiare le cose.
A TE che leggi, chiunque tu sia.

Svegliati, perchè il tempo è giunto, ora è il tempo di usare il potere che ti appartiene,  ora se vuoi, davvero puoi.

12-12-12

riesci a pensare ad un pianeta colmo d'amore, abbondanza, serenità, pace? 
riesci a pensare ed ad immaginare la tua vita colma di felicita'?
PENSALO, IMMAGINALO, OGGI, GIA' FATTO.
porta questo grande pensiero potente credendoci come mai hai fatto fin ora, ecco, questo è il momento per farlo, il 12-12-12  la realtà che stai vivendo può essere modificata.
Tutti insieme,  immaginiamo già fatto questo desiderio, smettiamo di pensare che sia un desiderio, ma diciamo è vero, è reale, io vivo circondato dall'amore e dall'abbondanza, l'intero pianeta è colmo di pace e amore.
INSIEME SIAMO UNA FORZA POTENTE COME MAI SI POTEVA IMMAGINARE PRIMA DI OGGI.
il 12-12-12  il nostro intento ha l'occasione di cambiare la nostra vita.

TU lo vuoi?

si?

allora datti da fare,  per questa volta, non restare a guardare.
USA tutto il potere che hai per dire: 
IO VIVO CIRCONDATO DALL'AMORE, DALL'ABBONDANZA,  L'INTERO PIANETA E' FLORIDO, SANO,  LA PACE E LA FRATELLANZA REGNANO SOVRANE.
credici fortemente.

12-12-12     DATTI UNA MOSSA, E' ORA CHE ANCHE TU  LO FACCIA.
smetti di lamentarti,  agisci, fallo, non pensarci, fallo e basta.



venerdì 9 novembre 2012

Il Ritorno del Lama



Molto di ciò che sono lo devo agli altri.
Ciò che di bello o di brutto, di buono o pessimo, molto  di questo lo devo agli altri.
Questi altri passano attraverso grandi aperture o crune di ago, ma, in ogni caso, giungono a me attraverso l'unico mezzo che riconosco,  me stessa.
Ok, non ci metto anche Lui tanto c'è, gh gh gh.
Domenica sono arrivati amici da lontano.
Era molto che Yoda non veniva, dalla scorsa estate e non fu, a causa di G.B.H. un buon soggiorno, direi davvero di no.
Ma questa è un altra storia.
Il Lama invece qua non era ( a casa dico) mai venuto e non credo, a quanto  ho potuto vedere, che tornerà sempre a causa di G:B:H:
Questo mi dispiace, ma può essere che mi sbaglio. Ed è sempre un altra storia.
Domenica però erano qua tutti e due, un pomeriggio intero trascorso fra le nuvole , attraversando intere galassie stellate.
Ed ero li', seduta al tavolo del ristorante, girando la forchetta in un piatto di fritto misto, mentre osservavo quello che si svolgeva a fianco a me.
Mentre guardavo, mezzo in silenzio, la Danza di due Anime Stellari.
Ed è allora che ho compreso davvero, quanto, in quella notte buia e tempestosa, cazziando qualcuno su un forum, ho svolto il mio compito di Navigator.
Ci tengo a questo, perchè io sono questo, saperlo, riconoscerlo e metterlo in pratica è il compito che Michele mi ha dato e in questo caso ci sono pienamente riuscita.
Da quella sera è iniziato il ritorno a Casa di una grandissima anima, che volgendo lo sguardo su me, attratto da cosa lo so, si è ritrovato esattamente dove doveva arrivare per riuscire a compiere il proprio Risveglio.
In seguito è successo quanto era nel disegno, Coloro i quali lo stavano aspettando hanno portato avanti il Progetto, è per questo che sono qua, questo è il loro compito.
Smak smak, vi voglio strabene  bifidissimi.
E sti ......azzi, hai detto nulla...........gh gh gh.
Grazie, a YOda, al Lama, alle coincidenze che non esistono, grazie all'intero Universo, ai fratelli delle Stelle che mi sono accanto e di cui faccio umilmente parte.

Che robe ragazzi, che meraviglia.
Ma non è finita qua, di un essere Stellare lungo lungo e trasparente vi parlerò nel prossimo articolo.

lunedì 29 ottobre 2012

La Speranza è sempre l'ultima a morire


"Care anime in cerca della Luce, stamattina vorrei parlare a quanti di voi si sentono soli, sopraffatti dalla paura del futuro, insoddisfatti o che pensano che i loro sforzi per rendere questo mondo un po' più luminoso siano vani..Vi racconterò una storia ..C'era una volta una donna che viveva da sola ai marginidi un bosco. Era povera, viveva a stento e faceva qualche lavoro per le persone facoltose del paese accanto. Quando arrivò la neve, in quell'ultimo inverno, si accorse di volersi arrendere. Si sentiva stanca e molto sola, non aveva più a forza di uscire per andare a cercare un po' di legna umida per scaldarsi, non riusciva più a trovare un solo motivo per cui non avrebbe dovuto semplicemente lasciarsi andare ed addormentarsi per sempre. La sua vita non aveva più motivo di essere, soprattutto la povera donna non aveva più lacrime, era solo ricolma di un'infinita tristezza ed il freddo che avvertiva le pervadeva il corpo, ma anche l'anima. Fuori, al gelo, in mezzo alla neve, era spuntato il primo bucaneve. Timidamente era emerso dal candore, si era girato dalle altre parti ma non riusciva a vedere niente altro se non il bianco accecante della neve ed una capanna in lontananza. Cosa ci stava a fare lì, tutto solo.Continuava a chiedersi perché i suoi fratelli non fossero spuntati anche loro e, guardando bene, si accorse che era rimasto solo lui, gli altri non sarebbero mai più fioriti. Fu preso dalla disperazione..Il loro non sarebbe più stato il bellissimo prato che tante persone del villaggio venivano a vedere, pieno di bianche vellutate stelle fiorite..A chi sarebbe servita tutta la fatica che aveva fatto per spuntare dal gelido terreno? La donna si riscosse dal sono che la stava avvincendo e si alzò, decisa ad uscire un'ultima volta prima di morire per vedere il cielo azzurro dopo la nevicata. Fatti pochi passi, si accorse del povero fiorellino.Si inginocchiò nella neve e lo guardò con attenzione. Pareva una stella bianca e luminosa, ancora più bella e perfetta perché unica in quel candore gelato..Cominciò a piangere e le lacrime che scendevano bagnarono il bucaneve che si riscosse dai suoi pensieri tristi. Dunque qualcuno lo aveva notato, stava osservando le punte dei suoi petali, LO STAVA GUARDANDO...Si sentì felice di avere donato ad un essere umano, seppur misero, la sua bellezza e non reputò più vana la suafatica. Da parte sua la povera donna guardando il fiore ammirò il suo coraggio e fu colpita dal fatto che in questo mondo così ingiusto e triste potesse esistere tanta bellezza nella semplicità e nella purezza..Il suo cuore fu scaldato dalle sue stesse lacrime di gioia e di consolazione di aver saputo aprire gli occhi alla bellezza di una cosa così perfetta che era spuntata generosamente solo per lei.. Cara anima, non starò qui a spiegarti la storia, solo a dirti che sei molto molto amata e che, sia che tu sia un candido bucaneve o una donna sola e triste, esistono ancora i miracoli dell'Amore dentro e fuori di te..Ti prego. Lasciati aiutare dalle Entità di Luce che ti sono accanto. Ti prego, alzati ed apri ancora una volta la porta del tuo cuore, siamo Uno e siamo qui per amarti e consolarti e farti sentire la bellezza della vita. Ti prego, abbi forza e speranza acora una volta, lasciaci questa opportunità.... Sono sempre accanto ad ognUno di voi e sorreggo il vostro volo. Con infinito amore da Ognanios."

tratto da lavori del dott. Bona
articolo trovato su Etanali

lunedì 8 ottobre 2012

Gente di frontiera


ieri ricordavo i miei nonni, gente di frontiera, come direbbero nel west. A loro, a quanto mi hanno insegnato.

sabato 21 luglio 2012

WOMAN

Le donne forti camminano dritte, lungo l'asfalto della vita. Sono donne difficili. Sono donne che non si accontentano più. Hanno il sole negli occhi, e qualche relitto di troppo nel cuore. Eppure, non si stancano di sfidare l'incertezza del mare.
Vivono di sogni mischiati al cemento. E capita che non sappiano più distinguere gli uni dall'altro.
Danzano scalze. Un po' zingare, un po' selvagge. Eternamente bambine, sotto le ciglia vestite di rimmel, e le labbra rosso rubino.
E' la mente a partorire il loro erotismo che, lento, si annida nel cuore. E poi, sinuoso, si traduce sul corpo. Il loro fare l'amore, è un fare l'amore complesso. Per questo, quando prendi una donna, non ne prendi un pezzo soltanto. Ne sposi l'armoniosa, assoluta, totalità.
Le donne forti spogliano l'anima, la vestono di magnifico nulla, la dividono in parti, piccolissime parti, e ne mettono una in ogni cosa che fanno. Tutto quello che toccano diventa magia.
La loro vita è una corsa ad ostacoli, senza podio e senza medaglie. Si portano addosso i fallimenti, e le sconfitte, con innata eleganza, e dignità sofferta. Come un tassello di vita che, malgrado il dolore, non baratterebbero mai. Perché sono ciò che sono. E non lo rinnegano.
Le donne forti non smettono di cercare qualcuno per cui valga la pena tornare ad amare. Perché le donne forti tornano ad amare una volta ancora, una volta in più, una di troppo. Anche dopo aver giurato a sé stesse che mai più lo avrebbero fatto.

Le donne forti fanno paura. Ma sono le sole per cui valga lo sforzo "

dall'Ashram di Sai Baba...

 dal forum più bello del web::cittàdiluce

venerdì 22 giugno 2012

LA RONDINE


Stamani mentre stendevo la biancheria alcune rondini hanno attraversato il cielo. Cosi’ vicine a me non erano mai venute. MI sono passate più volte allegre e chiassose a pochi centimetri e ho potuto godere della loro gioia e della loro vivacità, della loro voce come mai mi era successo. E’ logico quindi riprendere da dove avevo interrotto i Totem, e leggendo quanto ho trovato liberamente in internet,  onorare e  rendere omaggio a questo grande spirito che mi appartiene. Nulla succede per caso, adesso, sorella Rondine, so perché  fai parte di me.. Onore a Te.


Un segno di resurrezione. La rondine è il simbolo dell'anima. È l’aspetto femminile, l’anima purificata, rappresentata dalle principali dee dell’antichità. La rondine ritorna dopo altre apparizioni quest'anno. Si era manifestata la prima volta nella stagione 2003 ad Adams Grave il 4 agosto. Una splendido disegno, di grande perfezione e impatto visivo, in cui tre rondini di dimensione crescente sembravano spiccare il volo. Il simbolismo della rondine è di grande importanza nel contesto del nostro studio, in quanto anche’essa è rappresentazione della Dea e dell’anima. Nella tradizione dell’antico Egitto questo leggiadro uccello era sacro alla dea Iside, in quella greca ad Afrodite, in quella babilonese a Ishtar e nella tradizione Cristiana alla Vergine Maria, come magistralmente rappresentato nell’opera “La Madonna della Rondine” dal maestro Carlo Crivelli, realizzata tra il 1490 e il 1492. Il motivo è presto spiegato. Nell’antico Egitto le rondini erano nominate nei Testi delle Piramidi in associazione alle “Imperiture Stelle del Nord”. Le stelle del nord erano le stelle del Grande Carro, che non tramontando mai erano, per questo, associate all’immortalità. Inoltre l’immortalità, secondo le antiche scuole di saggezza, era il completamento di un processo iniziatico che portava il sovrano a rinascere simbolicamente in vita e manifestare lo Spirito in terra. .Tale processo è similare a quanto nella tradizione Cristiana si dice della rondine, che tornando ogni primavera, simbolegga la resurrezione e la vita, cioé l’energia solare che sancisce la rinascita dell’Uomo. Nella Bibbia è il profeta Geremia a citare quest’uccello: “Anche la cicogna nel cielo conosce i suoi tempi; la tortora la rondinella e la gru osservano la data del loro ritorno” (Ger 8.7). Una frase che lascia intendere che il ritorno dell’uomo sacro (portato simbolicamente dalla cicogna) avverrà attraverso una purificazione (la tortora) che ottenuta mediante il fuoco (la gru o fenice) sancirà la sua rinascita (rappresentata dalla rondine). La scelta dei Superiori Sconosciuti di raffigurare quest’uccello non è stata quindi casuale. La via dell’otto, la via della giustizia, trova nella rondine uno dei suoi principali animali totem.

dal blog di Forgione.


 Secondo la legge del mare, una volta accumulate cinquemila miglia di navigazione per tradizione sul petto del marinaio si tatuava una rondine. Dopo altre cinquemila miglia, sull’altra parte del petto si tatuava la seconda rondine. Rappresenta il viaggio e la libertà ed è il simbolo dell’eterno ritorno. Può anche significare nostalgia di casa, visto che in primavera la rondine torna sempre nel luogo da cui è partita l’anno prima.
Nelle carceri tatuarsi la rondine sul dorso di entrambe le mani faceva pensare alla libertà, visto che le mani si potevano mettere fuori dalle sbarre della cella. Anche le rondini tatuate sui fianchi sono associate alla libertà.
La rondine è un simbolo del Giappone, dove rappresenta la buona fortuna, la fedeltà nel matrimonio e la fertilità, ed è l’uccello simbolo dell’Estonia dove rappresenta il cielo blu, la libertà e la felicità eterna.
In Egitto una leggenda narra che la dea Iside di notte si trasforma in rondine e vola intorno al sarcofago di Osiride, lamentandosi con grida di pianto fino al ritorno del sole. Per i Bambara del Mali la rondine è simbolo di purezza perché non si posa mai sulla terra, considerata macchiata (impura) sin dall’inizio dei tempi.
Nell’Islam è il simbolo della rinuncia e della buona compagnia ed è chiamata anche “uccello del paradiso”. Nel Cristianesimo è il simbolo della resurrezione di Cristo perché la rondine ritorna in primavera, come la Pasqua, e segna il risveglio della natura. Troviamo un significato analogo nella mitologia celtica, dove la rondine rappresenta la fecondità e i cicli che si alternano in natura.


 La rondine è continuamente impegnata in voli armoniosi, e in realtà passa ben poco tempo a terra, una cosa importante da ricordare per chi ha questo totem: non lasciatevi impantanare nelle attività terrene.
Spesso questo uccello è in grado di mostrarvi quando state rimuginando vecchi problemi che vi impediscono di procedere rivelando il bisogno di  nuove prospettive.
La  rondine possiede zampe che sembrano piccole deboli, e ciò rafforza l’idea illustrata nel paragrafo precedente, se una rondine si mostra a voi, forse  vuole dirvi che la vostra maggiore debolezza si evidenzia quando cercate di gestire le cose secondo una prospettiva meramente materiale. Elevatevi al disopra di essa. Procedete oltre, in modo da guadagnare nuove prospettive. Se non prendete le dovute distanze dai problemi, sarete meno capaci di risolverli: il distacco vi aiuterà a vedere più chiaramente come rafforzare proteggere voi stessi e gli altri.
La chiave è nell'obbiettività: mantenendola, sarete in grado di proteggere  facilmente  la casa e di aggiunger e maggiore calore alla vostra vita e a quella di chi è in contatto con voi. La rondine può aiutarvi  a mantenere l’ambiente libero dai parassiti e a creare in casa un’energia di affettuoso calore.



Fase espansiva del potere: Estate.
La rondine viene spesso considerato un uccello privilegiato che annuncia l’arrivo dell’estate, dal momento che tende a seguire il caldo e si ritiene quindi un segno sicuro di esso. D’altro canto ho anche sentito dire che una rondine non fa Primavera. Questo uccello è circondato da molti miti e storie particolari. Una leggenda indiana racconta come una rondine rubasse il fuoco al sole per portarlo sulla terra sulle penne della coda: per  tale motivo perché queste penne sono a biforcute e a forma di spina, e dal momento che la rondine arriva col caldo,essa è associata al sole e al fuoco. Nel Medioevo, alla rondine erano legate diverse credenze. Molti ritenevano che questi uccelli conoscessero una pietra magica (celidonia) che poteva restituire la vista. .. Secondo una leggenda  scandinava la rondine si librò sulla croce cercando di confortare Gesù. Una rondine che fa il nido su una casa simboleggia per quell’abitazione protezione  ed allontanamento dei disastri, soprattutto incendi e tempeste.  Una rondine che vola in alto indica che il tempo sarà buono,  mentre se vola rasoterra segnala la pioggia. Questo piccolo uccello si nutre d’insetti, ha un becco piccolo, ma riesce a spalancare la bocca in modo sorprendente. Ciò alludeva comunicazioni che sono in realtà molto intense più di quanto sembrino.  Forse qualcuno vicino a voi vi dice cose che in realtà hanno altri significati? Stiamo forse parlando più di quanto comprendiamo? Dobbiamo ascoltare con maggiore attenzione a quanto vien detto,  senza lasciarci fuorviare  da chi lo dice o come viene detto? La rondine  può perfino indicare una saggezza nascosta nelle parole pronunciate da voi o da altri.

lunedì 11 giugno 2012

io, guerriero blu, nella Luce di Michele, sotto le ali dei Draghi




In un mondo dove i punti di riferimento sono pochi o mancano, dove i maestri, quelli veri, scompaiono sotto le sferzate di una mediocrità imperante e dove il Sistema poggia le suo forti basi sul relativismo e il "si salvi chi può", non è al manager o al perfetto impiegato che sento di voler scrivere una dedica, ma a quella persona particolare, a quell' uomo spinto ad agire da un Dio: il guerriero.

Non commettere, caro lettore, l' errore di prendere la parola guerriero come inneggiante all' egoismo ed alla violenza, i poteri forti ci mettono a disposizione un vocabolario falso; il vero guerriero è l' uomo spinto da un Dio, un essere supremo ed interiore che lo muove e guida affinché vinca le sue battaglie per un grande cambiamento o muoia ispirando gli altri.
Di esseri umani davvero guerrieri ve ne sono pochi, ma è su quei pochi che si giocano le sorti di tutti noi e, forse, proprio tu, che stai dall' altra parte dello schermo, rientri in questo gruppo speciale e, magari, accenni anche ad un piccolo sorriso mentre leggi queste parole.

Il guerriero è colui che non ha legami particolari, poiché non è del particolare che gli interessa, ma di tutto ciò che esiste ed è collegato con la sua missione. Il guerriero è colui che non accetta i limiti che ha, poiché sa di non avere limiti e che sono questi in realtà soltanto riflessi di una parte di lui che non lo rappresenta davvero, ma che hanno cercato di incollargli addosso. Il guerriero è colui che sa di non conoscersi affatto, ma che promette a sé stesso di non darsi per vinto nella crescita, poiché il flusso dell'esistenza è in continuo cambiamento e noi con esso. Il guerriero è quella persona che non ha rimpianti, traumi o dipendenze e non perché non abbiano mai cercato di ferirlo o ucciderlo o perché non abbia mai sbagliato, avuto paura o desiderato qualcosa, ma perché è vivo e forte nel presente e si sente costantemente ispirato dal Dio che gli è dentro e che lo fa alzare ogni volta che cade, senza guardare alle parti che ha perso. Il guerriero vive pienamente le proprie emozioni, ma non lascia mai loro potere e controllo, lui è padrone di sé quando desidera esserlo.

Il guerriero è colui che guardando il cielo stellato, ogni sera, saluta i suoi fratelli e le sue sorelle che da lontano lo osservano aspettando il suo ritorno. Il guerriero è quella persona che non scappa davanti ai doveri, ma che sa di essere nato per portarseli sulle spalle poiché è l' unico che potrebbe farcela a sopportarli. Il guerriero è colui che non si arrende quando gli dicono che il suo sogno di un mondo migliore è solo un sogno o che le persone che gli stanno intorno non brandiranno mai con lui la spada o non lo ameranno mai per ciò che fa. Il guerriero non si arrende perché il Dio che gli è dentro gli dà la forza di cui ha bisogno e perché non è un uomo del popolo, ma per il popolo, e non gli importa se qualcuno combatterà con lui o lo amerà per il suo sacrificio, lui non cerca altri martiri, ricerca un mondo che di martiri non abbia più bisogno.

Il guerriero non sempre nasce tale, capita infatti, a volte, che in un momento, in una giornata come un altra, la vita per una persona acquisti improvvisamente un significato diverso e che qualcosa, nel profondo del suo essere, apra gli occhi e la riempia di nuova energia. Altre volte è invece un percorso alla ricerca del vero sé che porta una persona a diventare un guerriero e a combattere fino alla fine dei suoi giorni per cambiare qualcosa, anche solo un dettaglio, affinché nessuno più pensi di non essere tanto forte per vivere pienamente o che solo alcuni abbiano un Dio al loro interno e possano maneggiare una spada.

Forse ti ho annoiato, caro guerriero che leggi queste parole, forse ti ho detto cose di te che già sapevi, ma pensavo fosse giusto che almeno una volta, almeno io, potessi dirti che non sei solo e che quel grazie di cui sicuramente non avrai bisogno, c' è chi sente di volertelo dire con tutto sé stesso. Grazie..
Grazie a te David! fonte alleanzamagica. blogspot

sabato 9 giugno 2012

TGCOM.: QUANDO L'INFORMAZIONE E' UN INGANNO

SONO LE 15.20 DI SABATO 9 GIUGNO.  IL TG  COM SU ITALIA UNO HA APPENA FINITO DI TRASMETTERE QUESTA OSCENA NOTIZIA:

VANTAGGIATO  HA CONFESSATO L'ATTENTATO DI    BRINDISI, SUL  SUO COMODINO E' STATO TROVATO   IL LIBRO     "  IL MANUALE DEL GUERRIERO DELLA LUCE  "    AL QUALE FORSE SI E' ISPIRATO. ( cito testualmente le parole del giornalista senza nessuna modifica)

Io non so davvero quale diavolo di cretino può essere stato a tirare fuori una considerazione di questo genere.

Io non so davvero il grande ignorante che ha divulgato questa informazione e quale ancora più grande meschino e miserabile abbia potuto permettere di farlo, senza, ne sono sicura, assicurarsi del contenuto vero del libro.

Di chiunque sia la responsabilità per aver permesso la divulgazione di questa vergognosa considerazione, perchè non è una notizia  ma è uno scandalo vero e proprio,  di chiunque sia la responsabilità , sono certa che questo attacco Arcontico è stato valutato dalle forze della Luce. 
Lo dimostra il fatto che io stessa, guarda il caso, sono riuscita a sentire un abominio del genere  " per caso " in tv  .
 Invito tutti coloro che mi leggono a passare  questa informazione pulendola  armonizzandone il contenuto e inviando amore, ridando, a quel meraviglioso strumento al servizio del bene  che è   il   MANUALE DEL GUERRIERO DELLA LUCE  ,  il suo giusto riconoscimento tra i migliori testi mai pubblicati per l'evoluzione spirituale dell'uomo.

A Coloro che mettono in onda le informazioni su tg com dico questo :  siete una massa di ignoranti e pecoroni.
VIsto che vi definite giornalisti, dovrebbe essere prioritario verificare l'attendibilità di quanto annunciate. OPPURE BISOGNA SEMPRE E SOLO FAR AUDIENCE? 




lunedì 4 giugno 2012

IL TRANSITO DI VENERE


 DAL  FORUM DI   CITTA' DI LUCE
Il 6 giugno avviene un evento astronomico importante che nel suo
significato simbolico perfettamente si inserisce sia nel Lungo
Computo del Tempo Maya, sia nella lettura astrologica dei cicli
planetari, sia nel
nostro sentire interiore. E' il completamento della Stella di Venere,
il Pentacolo immagine dell'Uomo Perfetto.
Da sempre, da quando il nostro sistema solare è così concepito, una
meravigliosa danza intercorre tra la Terra,
il Sole e Venere, pianeta del bel canto il cui suono apporta accordi
d'armonia ed equilibrio a questo movimento. È un ciclo perfetto che
si ripete da centinaia e centinaia di anni: già i Maya lo
conoscevano
perfettamente e loprendevano in considerazione nel calcolo dei loro
calendari. La Terra, il nostro pianeta blu, se ne delizia in quanto
partecipandovi da protagonista, intesse una relazione d'amore con
gli altri due co-creatori che grazie a questa danza, da immemorabile
tempo, nell'arco di otto anni disegnano in Cielo un pentacolo, una
perfetta stella a cinque punte.*È la stella di Venere,
incontrastato simbolo del Femminile. *
Grande simbolo davvero questa stella di Venere! In esso è racchiuso
il segreto della vita, il grande principio della geometria sacra che
si basa sul numero aureo. Ogni cosa vivente, così come intere
galassie, prendono
forma secondo queste proporzioni. È lo slancio evolutivo che
necessariamente pervade l'universo e produce quel creativomovimento
a spirale. Tutto questo è racchiuso in questa sacra danza. Dan Brown
nel suo libro il
Codice da Vinci, divenuto best-seller in tutto il mondo in pochissimi
mesi, all'inizio del romanzo descrive il pentacolo come il 'femmino
sacro' o la 'dea divina', collegandolo a Venere in quanto dea della
bellezza e dell'amore, e rivedendo in esso un simbolo precristiano
legato al culto della natura.
L'eclissi di Venere, del giugno 2004, ha decretato dunque l'avvio
alla formazione della stella che si completerà a
giugno 2012 con una seconda eclissi.In questi otto anni il nostro
processo evolutivo ha avuto un'accelerazione e abbiamo avuto la
possibilità di essere in prima linea per operare quelle scelte
fondamentali che ci stanno portando verso una nuova e totalmente
edificante visione atta a costruire un mondo basato su nuove regole e
nuovi paradigmi. Poiché noi vibriamo in risonanza con le energie
celesti, questa stessa stella si è formata anche dentro di noi,
dalla nostra profondità potrà poi diventare operativa e aiutarci a
liberare il nostro nucleo di luce.
A man a mano che la stella si è formata nel Cielo rispecchiandosi
in noi, il Femminile ha preso sempre più piede sia nella nostra vita
individuale sia nella socialità, e soprattutto nella Terra stessa
che di questa energia inonderà l'universo attorno a lei. I segni
zodiacali in cui si sono formate le cinque congiunzioni Sole/Venere
che hanno creato le punte della Stella sono Gemelli, punto di
partenza e di arrivo, Capricorno, Leone, Ariete e Scorpione. Ogni
congiunzione è stata accompagnata dalla fase lunare di plenilunio o
novilunio, ed è da notare anche che tre dei cinque segni zodiacali,
Capricorno, Ariete e Scorpione, sono sedi di Marte, il dio guerriero
(e non della guerra) che nella sua più antica accezione sapeva
difendere il bene comune dall'accaparramento egoico di pochi. Tutti
questi movimenti celesti hanno sottolineato quanto sia necessaria
l'integrazione dell'energia d'amore venusiana nel rapporto tra
Maschile e Femminile che, dopo secoli e millenni, troverà finalmente
il giusto equilibrio per diventare Unità. Interessanti da 'leggere'
sono i moti celesti nel momento in cui si sono formate le punte
poiché rispecchiano ciò che può essere avvenuto anche in noi.
Quando si è formata la prima punta nel gennaio 2006 eravamo nel
plenilunio del Capricorno. Marte il dio guerriero era in Toro, segno
governato da Venere, e ha iniziato a smuovere l'energia maschile per
trasformarne la parte più aggressiva in azione coraggiosa. Questa
punta ha preparato l'entrata di Plutone in Capricorno avvenuta nel
2009 che ha portato in luce tutto ciò che era stato tramato
nell'ombra fino a quel momento, tutte le malversazioni e i sotterfugi
perpetrati dai governi a danno delle moltitudini.. Ad agosto 2007 si
è formata la seconda punta, tre giorni dopo il novilunio del Leone e
con un allineamentostraordinario nel segno che vedeva convogliate in
una corposità unica le energie di Sole, Venere, Mercurio e Saturno.
In quel momento la nostra Essenza più profonda ha cominciato a
suggerirci quanto poteva essere grandioso l'abbandonare le volontà
distorte del nostro piccolo ego per fare nostra una Volontà più
cosmica e a lei abbandonarsi.
A marzo del 2009 la quarta punta si è formata in Ariete. In quel
momento Venere, insolitamente stazionante in quel segno astrologico
per ben quattro mesi, ha aspettato l'abbraccio del Sole al quale si
è congiunta, creando la punta appena dopo l'Equinozio di Primavera,
prima della Pasqua ed era il novilunio dell'Ariete. L'Ariete è
legato all'elemento fuoco, è il segno di ogni inizio, della
rinascita corporale e spirituale. Dopo la purificazione del mese
precedente, ha donato il desiderio di presentarsi 'rinati a se
tessi', con una nuova veste, un nuovo passo e un nuovo suono per
poter eseguire un'interpretazione inedita della nostra melodia.
questa punta della Stella ha preparato l'entrata di Urano in Ariete
che sta portando tutti quei cambiamenti sociali e personali
detronizzando i falsi idoli dal loro piedistallo.
In un tempo in cui tutte le certezze stanno cadendo sgretolandosi
pezzo per pezzo, questo fuoco sembra essere
ora un fuoco iniziatico che ci aiuta ad adeguarci a ciò che le forze
celesti stanno preparando per noi e ci apre una nuova porta d'accesso
verso ciò che viene definita 'multidimensionalità', verso, cioè,
la conoscenza che esistono mondi sottili incorporati in noi a cui
possiamo accedere attraverso la consapevolezza della loro esistenza
per poter vivere nella piena Coscienza.
A ottobre 2010, tre giorni prima del plenilunio dello Scorpione, si
è formata la quarta punta. Dei tre segni d'acqua lo Scorpione è
quello della purificazione e trasmutazione della materia. Questa
quarta punta ha portato la nostra attenzione sul corpo fisico in
quanto veicolo per riconoscere e accedere al nostro Corpo di Luce che
dimora all'interno di ogni nostra singola cellula. La formazione di
questa punta è stata accompagnata da una
particolare configurazione astrale tra Saturno e Urano che avviene
ogni 45 anni. Opposti tra Vergine e Pesci, la loro azione congiunta
ha portato a un cambio di stato. 'Ad un livello molto profondo,
atomico, essi rappresentano il salto per cui un elettrone si sposta
da uno stato orbitale dell'essere ad un altro, e ogni cambiamento di
stato di un elettrone cambia la natura essenziale della sostanza'.
Dall'economia alla politica, dalle arti alla scienza, tutto è
investito da quest'ondata di rinnovamento profondo. Se anche in noi
abbiamo lasciato avvenire tutto ciò, potrebbero essere radicalmente
cambiate le nostre priorità. Saturno, pianeta selettivo, può averci
fatto operare scelte atte a rompere schemi ormai troppo rigidi che la
forza disgregante di Urano ne ha imposto la distruzione, quegli
schemi che non lasciavano trasparire i desideri del cuore. Tutto si
riaggiusterà, ma solo se avviene il passaggio su un livello
diverso.
La quinta e ultima punta si formerà il 6 giugno 2012 appena dopo il
plenilunio dei Gemelli. La Stella sarà finalmente completa! Tutto
il cammino evolutivo compiuto in questi ultimi otto anni grazie alla
sua formazione vedrà un puntodi svolta epocale in tutti i settori
della vita dell'uomo. Urano e Plutone, sempre più compenetrati con
l'energia dei segni in cui stanno transitando, non potranno che
continuare a produrre sbalzi repentini di stato prima di un vero
assestamento basato su un ampliamento di visione e sulla Nuova
Coscienza. Nel frattempo Nettuno a febbraio è entrato in Pesci, dove
vi rimarrà fino al 2024, la sua azione fluidifica la mente, dissolve
false certezze, oltrepassa i limiti dell'umana ragione per aprire un
varco in dimensioni spazio/temporali diverse dove una diversa
percezione ci permetterà di comunicare con esse grazie alla Luce di
cui siamo composti, e il punto d'amore del Cuore avrà il suo
risveglio.
La formazione della stella di Venere, che lavora per il bene comune,
l'amore per se stessi e per gli altri, la gioia della condivisione,
l'unione tra gli opposti, ha aperto nuove strade di comunicazione e
di ascolto dove non è la
verbalizzazione mentale la cosa importante ma, molto più
semplicemente, l'apertura del cuore *L'apertura del cuore: quella è
la porta d'accesso della Nuova Coscienza di cui Venere, con la sua
Stella, ne possiede la chiave*.

STIRPE DI DRAGO



  A  volte dimentico, lascio che quanto succede abbia il sopravvento su di me. A volte penso che sono solo una piccola donna, con tutte le paure e le debolezze che una donna porta con se e lascio che siano queste a predominare la mia giornata.
A volte mi dispero alla ricerca di qualcosa che mi piacerebbe mi venisse riconosciuto mentre invece soltanto io lo riconosco. A volte mi sento terribilmente sola,  inutile, mi domando ma che ci faccio ancora qua, desidero andarmene, tornare a casa. A volte mi sento davvero come un briciolina di sabbia traspotata dalla marea e dal vento. A volte mi sembra tutto inutile, vano, sprecato, senza destinazione. A volte mi sento sfinita, priva di forze e scopo,  lontana ed esaurita, assente.

A volte succede, si'.

rimango a cullarmi, in questo crogiolo di brodaglia senza neanche cercare di reagire, ricoprendomi di scarti. E li sovrappongo pure con cura questi scarti, li spolvero,  li classifico, li tengo con me. Non mi fa stare bene questo, tutt'altro, mi fa piangere di continuo quando succede , di un pianto disperato in cui non vedo soluzione.

dura quello che dura ed è una valvola di sfogo, a volte, a volte è proprio un momento di depressione profonda. E' quello che è e fa parte di me, su questo comportamento non accetto critiche.

E' il dopo, che quando arriva è fantastico. E' nel dopo che il mio ginocchio si rialza, che la testa si  solleva,, che carezzo la spada. E' nel dopo che acquisto fierezza, orgoglio, passione di vivere più forte di prima. E' nel dopo che giunge profondo ciò che sono.  E' nel dopo che alzando lo sguardo al cielo ritrovo lo scopo, il destino , che scritto nel mio cuore  è  rivolto là, alle stelle.....alle stelle Bowen, alle stelle.
E nel mio piccolo grande cuore di drago soffia pieno d'orgoglio questo splendente disegno.



IL TOCCO DI FENICE

DEDICATO A FANNY.

martedì 29 maggio 2012

Il Nuovo Mondo



da shanti »
"Da molto tempo tanti esseri di luce incarnati e non, stanno lavorando a creare il Nuovo Mondo. Occorre "presenza" anche al di fuori di eventi organizzati, presenza di luce consapevole, fermezza e centratura nel Cuore Sacro. Focalizzatevi sulla freschezza di nuovi orizzonti, di nuove prospettive che siano in armonia con la sorgente e con le Sfere. Siate presenti al respiro, al pulsare della terra e ai segnali che giungono dalle Stelle. Se sarete nel vostro centro, se sarete connessi alla sorgente creerete un'onda tale che nulla più potrà recarvi danno. Solo le menti libere sapranno guidare verso un nuovo tempo dove più nessun giogo verrà posto sull'umanità. Le menti libere mostreranno come liberarsi da catene e imposizioni. Siate nella luce amati, illuminate il buio così che le forze avverse possano diventare armonia col tutto e non persisteranno tracce di dolore e sofferenza. Non agite per combattere ma agite per dissolvere con amore. Michael"

domenica 20 maggio 2012

arrangiatevi italiani, come sempre...

E' del 18 Maggio la legge fresca fresca passata nell'indifferenza mirata dei media che dichiara:  Non ci saranno più rimborsi o aiuti ai cittadini italiani in caso di calamità naturali da parte dello Stato.
INTENDIAMOCI,  quello stesso STATO  che proclama che i diversamente abili  devono FARE  LA  LORO PARTE  ANCHE LORO ( giustificando cosi  i tagli agli aiuti che per loro sono fondamentali ), come dire, se sei disabile sparati subito che ti togli dalle balle.
Quello stesso STATO  che dice che GLI ITALIANI STANNO MEGLIO DEI GRECI,  INFATTI, SUICIDI ANNUALI IN GRECIA A CAUSA DELLA CRISI 1700 IN ITALIA  SOLO LA META'...
insomma, italiani, che aspettate a spararvi o a impiccarvi per la disperazione, non vedete che in grecia sanno fare di meglio?....
MA MI RACCOMANDO ITALIANI, ANDATE A VOTARE, PERCHE' LO STATO VI PROTEGGE.
VOTARE E'  UN DIRITTO DEL CITTADINO.

RIDURRE IL CITTADINO ALLA DISPERAZIONE PORTANDOLO AL SUICIDIO E'  UN DOVERE E UN DIRITTO DELLO STATO ITALIANO.

PAGATE TUTTI LE TASSE,  LAVORATE IN REGOLA PER UNA PENSIONE CHE MAI AVRETE,  SPERATE CHE IL MEDICO VI OPERI LA GAMBA GIUSTA  E CHE  DIO PROVVEDA,  ITALIANI,   E MI RACCOMANDO, VISTO CHE CI SIETE, PREGATE TUTTI GLI DEI CHE CONOSCETE, PERCHE' QUELLO CHE PREGATE DI SOLITO NON BASTA PIU' A NULLA.
E GIA' CHE CI SIETE FATE STUDIARE I VOSTRI FIGLI NELLE SCUOLE, COSI' LA PROSSIMA VOLTA SALTERA' IN ARIA UN ALTRO BEL GRUPPO, MENTRE A MONTECITORIO  LE VACCHE SONO SEMPRE GRASSE E GLI IMPUNITI IMPERANO.

SE AVETE LE PALLE, METTETELE LI' LE BOMBE, NON DAVANTI ALLE SCUOLE, FARABUTTI.

E MI SONO ROTTA LE SCATOLE,  BUTTIAMOLI FUORI TUTTI  STI LADRI CHE GOVERNANO .


lunedì 14 maggio 2012

La Spada del Cuore ( smak smak)




" Benchè abbia passato tutto quello che ho passato,
non mi pento dei problemi che mi sono creato,
perché mi hanno portato fin dove desideravo arrivare.

Adesso, tutto ciò che possiedo è questa Spada, e la consegno
a coloro che vogliono procedere nel proprio pellegrinaggio.

Porto con me i segni e le cicatrici dei combattimenti:
sono le testimonianze di ciò che ho vissuto,
e le ricompense per quello che ho conquistato.
Sono questi segni e queste cicatrici amate
che mi apriranno le porte del Paradiso.

C'è stato un periodo in cui vivevo
ascoltando storie di eroismo.
C'è stato un periodo in cui vivevo
solo perché avevo bisogno di vivere.

Ma adesso vivo
perché sono un guerriero,
e perché voglio trovarmi un giorno
in compagnia di Colui per cui tanto ho lottato."


" Manuale del guerriero della Luce " Paulo Coelho
GRAZIE SORELLA .  DAL FORUM CITTA' DI LUCE

mercoledì 9 maggio 2012

DONNA SEI DEA





LA VIA DEL FEMMININO SACRO

la donna apre all'uomo la porta dell'eternita',la vera donna e' una semi dea,figlia della Pachamama,della Grande Madre Cosmica..

E' fonte di vita eterna ,e' il cammino verso l'eternita' ,la strada che permette di fondersi con l'infinito per imparare a comprendere e a realizzare la vita.

La vera donna non ha bisogno di competere con l'uomo,e' un essere dotato di qualita' specifiche che e' assurdo paragonare a quelle maschili.

La donna in comunione,in cooperazione assoluta ,con il suo uomo,intraprende il cammino dell'amore ,della verita',del rispetto delle leggi universali.

Una vera donna cammina verso il futuro con amore,con dedizione e accettazione.

Ha uno sguardo sereno e parla con dolcezza e rispetto ,c'e' tenerezza nel suo cuore.

La sua energia e' costituita da vibrazioni piu' sottili che la elevano a un livello piu' spirituale.

H.H.Mamani
DAL FORUM   CITTA'DILUCE

venerdì 4 maggio 2012

la tua anima gioirà di nuovo





la tua anima gioirà di nuovo

In questo giorno della tua vita, caro amico, credo che Dio voglia che tu sappia…

…che non c’è sfida che tu non possa affrontare – inclusa quella attuale.
Lo so che in certi giorni non te la senti proprio di continuare ancora la battaglia. Ma te lo prometto, ne varrà la pena.

Ciò che sta accadendo ora è parte di un processo più vasto che ti guiderà all’auto-realizzazione. Per favore credimi, e dormi bene in questa verità. La tua Anima gioirà di nuovo – più di quanto abbia mai fatto.

Con Amore,
Neale

INVICTUS

 
 
 
 
Invictus
 
 di William Ernest Henley

    Dal profondo della notte che mi avvolge,
    buia come il pozzo piu' profondo che va da un polo all'altro,
    ringrazio quali che siano gli dei
    per la mia inconquistabile anima.

    Nella morsa della circostanze,
    non mi sono tirato indietro, ne' ho gridato per l'angoscia.
    Sotto i colpi d'ascia della sorte,
    il mio capo è sanguinante, ma indomito.
   
    Oltre questo luogo di rabbia e lacrime
    incombe l'orrore delle ombre,
    eppure la minaccia degli anni
    mi trova, e mi troverà senza paura.

    Non importa quanto sia stretta la porta...
    quanto piena di castighi la vita.
    Io sono il padrone del mio destino.
    Io sono il capitano della mia anima.

mercoledì 2 maggio 2012

sensi senza senso


Ma che titolo e'?  direi senza senso eh eh eh.
E' tanto per dare un senso a questi giorni, dove tutto è sospeso nel nulla e dove sinceramente inizio a sentirmi piuttosto stretta.
La settimana scorsa sono andata a Udine, da quello che pare sia un luminare neurochirurgo che tutti ci invidiano, per motivi personali, ( RM  da veirficare). A parte il costo esoso di tutti l'ambaradan,  ci si ritrova in un reparto dove assolutamente non c'è anima viva.  Una sala di attesa con gente che attende come sempre per i fatti suoi, nessuno e nessuna indicazione sul fatto che sei nel posto giusto se non il nome del medico che dirige il reparto davanti alla porta... e poi, il nulla, un silenzio spettrale, col divieto di suonare.
Ma a chi dovrei chiedere informazioni?
Passano i minuti, dieci, venti un ora e nulla...
Cosi' mi avvicina una signora, anche lei attende che qualcuno le dia informazioni ma sono già 2 ore che aspetta senza ottenerle. Mi parla, di un voto fatto due anni prima, quando la vita di sua figlia e del bimbo che aspettava dopo molti tentativi infruttuosi, erano in pericolo. Racconta che ha fatto una cosa semplice, ha chiesto a S.Rita di salvare loro la vita in cambio della sua........una richiesta dettata dall'amore e dalla disperazione, so bene cosa vuol dire, anche io feci un voto moltissimi anni fa.
E adesso era preoccupata, perchè da qualche tempo la sua salute aveva preso una strana piega e il ricordo del voto le aveva messo in testa che forse la sua richiesta era stata ascoltata.
Mi ha chiesto se fossi credente,  strano come in certi ambienti sia sempre presente questa domanda.
Poi finalmente l'hanno chiamata dentro....ed è entrata di corsa, dopo tre ore di attesa oltre il suo appuntamento.
Quando è uscita mi stava salutando di striscio, ma mi sono alzata, le sono andata incontro, le ho chiesto : Allora, che ha detto?
Mi ha guardata, e iniziando a piangere racconta che non ha nulla di grave,  che non deve preoccuparsi e che va tutto bene.
L'ho abbracciata di slancio, e siamo rimaste cosi', per qualche attimo, felici di quella risposta , in silenzio. Pochi attimi dove la sua vita e la mia si sono fuse in quell'abbraccio, dove è stato come se fossimo sorelle,  una sola emozione ha percorso due perfette sconosciute che per un istante sono rimaste allacciate nell'eternità dell'attimo.
Ci siamo salutate, come se fossimo grandi amiche, con un saluto semplice che racchiudeva grandi speranze e gratitudine.
Ringrazio Michele per quell'incontro, ricchissimo d'amore, là dove l'amore aveva più bisogno di essere  ricambiato.
Ringrazio questa grande anima, per quello che mi ha trasmesso,  buona fortuna donna di questa Terra.

martedì 10 aprile 2012

CIAO FRANCESCO

Oggi  mi  è capitato di risentire un grande amico, ,  mi ha fatto molto piacere.
E  abbiamo riflettuto su un certo portafoglio che mio marito usa, essendo da lui catalogato come SEMPLICE OGGETTO.
Potrei avere anche io un bellisimo SEMPLICE OGGETTO regalatomi da questa persona e visto che è cosi', credo che SEMPLICEMENTE lo indosserò,  anzi  ci siamo domandati  perchè mai mi facevo delle remore a farlo.
E avrò anche una grandissima soddisfazione nel rendere noto che è un regalo di Sisco, non ci vedo nulla di male.
Ciao Sisco.
Se lui telefona alla solita nota  io posso ben salutarti qua,  tu sai  bene quante ne sto passando.  Ciao carissimo. E grazie.

venerdì 6 aprile 2012

DIVENTERO' IL CAVALIERE PIU' LUCENTE



Blue (Blue Dragon)
Blue
Blu (Blue Dragon)
Blu (Blue Dragon)

Blue un grande cuore tu,
grande coraggio hai,
non sai ancora quel che diventerai,
Shu corri nel vento tu,
tra ombre e luce vai,
perché alle tenebre non cederai,
ma nel tuo viaggio non sarai da solo,
perché il tuo istinto chiamerà un guerriero
e nella notte apparirà Blue Dragon
e allora capirai

Diventerai il cavaliere più potente
Difenderai con il coraggio la tua gente
tu chiamerai la più possente fra le ombre
e troverai sempre al tuo fianco Blue Dragon

Diventerai il cavaliere più lucente
Difenderai il tuo segreto più importante
Tu scoprirai quella tua luce fra le onde
e sentirai sempre al tuo fianco Blue Dragon

Blu (Blue Dragon)
Blu (Blue Dragon)

Shu senza paura tu
tra ombre e luce sai
che l'amicizia tu non tradirai
Ma nel tuo viaggio non sarai da solo
perché il tuo istinto chiamerà un guerriero
e nella notte apparirà Blue Dragon
e allora capirai

Diventerai il cavaliere più potente
Difenderai con il coraggio la tua gente
tu chiamerai la più possente fra le ombre
e troverai sempre al tuo fianco Blue Dragon

Diventerai il cavaliere più lucente
Difenderai il tuo segreto più importante
Tu scoprirai quella tua luce fra le onde
e sentirai sempre al tuo fianco Blue Dragon

Ooooh! Ooooh!
e troverai sempre al tuo fianco Blue Dragon
Diventerai il cavaliere più lucente
Difenderai il tuo segreto più importante
Tu scoprirai quella tua luce fra le onde
e sentirai sempre al tuo fianco Blue Dragon...
Blu (Blue Dragon)



IO DIVENTERO' IL CAVALIERE PIU' LUCENTE E SCOPRIRO' LA  MIA LUCE FRA LE ONDE M CHIAMERO' LA PIU' POSSENTE FRA LE OMBRE, BLUE DRAGON SENTIRO' SEMPRE AL MIO FIANCO.

FRATELLO BLU, TI VOGLIO BENE, GRAZIE.

lunedì 26 marzo 2012

e avanziamo....

Non perdete mai il coraggio; avanzate nella tormenta ma avanzate.
Non siete soli
Noi siamo qui, dall'altro lato della porta,
quella che diventa sempre più sottile, sempre più trasparente,
e il giorno in cui sarete finalmente pronti a
spalancare la porta che ci separa,
sarà un giorno benedetto per la vostra dimensione e per la nostra.

Chiave di saggezza dei maestri di Luce

martedì 20 marzo 2012

sii il cambiamento che vuoi vedere nel mondo

Una vita intera trascorsa ad imparare mille cose, le più difficili soltanto da pochi anni e poi arrivo a questo, dove tutto si compenetra e si espande, parvenze senza senso o con troppo senso.
Dovessi dar retta a molti  avrei terminato un certo percorso, la logica lo imporrebbe. A rigor di logica esistono certi canoni dentro i quali muoversi, nel senso che tanto mi da tanto, dentro questi canoni ci sono passaggi che non devono essere saltati, sopportati, tollerati o assorbiti, soltanto esclusi.
Da sempre mi hanno insegnato che la fiducia è cosa seria e bisogna meritarsela, come bisogna meritarsi il rispetto. Che bisogna lavorare sodo per guadagnare, sotto qualsiasi aspetto di riferimento. Tanto più se parliamo di rapporti personali tanto più se parliamo di matrimonio.
UN mese fa, solo un mese fa tutto era una grande delusione, una rabbia, si, anche quella doveva esserci da qualche parte, domande su perchè, prevaricazione? anche quella, senso del tradimento? pure, metteteci pure tutto quello che vi viene in mente. Buttate dentro tutto e mescoliamo bene. A questo punto non è molto bello il risultato che salta fuori.
Prendo in considerazione mille possibilità, tranne una. Quell'unica che invece mi vengono a portare direttamente sotto il naso, e resto fregata.
E si, proprio una bella fregatura Fanny.  Mi guardo allo specchio e penso Mha, sei stata brava, stavolta i complimenti me li faccio da sola e non so come ci sono riuscita.
Via tutto, tutto andato, la tranquillità del giusto, la luce gentile, essere Splendenti, non so, forse è questo che sento. Altrimenti non mi spiego il come, sia possibile, essere dove sono col cuore che comanda in questo modo. Amore? si, quello vero,  verso chi non lo merita? Questo è vecchia energia. Cosa mi aspetto in cambio? Anche questa è vecchia energia.  Chi mi garantisce cosa? Vecchiume anche questo.
Tutto questo per me e oltre è terminato. IL cosa non so e il quando nemmeno, nulla mi aspetto e nulla cerco, ho ascoltato il mio corpo, quello che mi trasmetteva, ho riconosciuto il disgusto di una decisione, di una via, e la serenità dell'altra, contro ogni consiglio, contro ogni logica.  Quando la mente e le regole mi dicevano una cosa e quando invece il cuore ne diceva un altra. Una è la via del cuore, quella che, senza aspettative quando la imbocchi ti rende serena, armoniosa, al di là delle dicerie, dei pettegolezzi, delle regole comuni. Nulla è più valido, io sono la legge, io decido la mia via.
Fanny me lo ha insegnato.
Se ci cozzo, pace e amen. Ma che mistero è mai questo?
Non me ne pento e non me ne pentirò, questa è la via del mio cuore.
E sono l'unica a cui devo rendere conto.

mercoledì 8 febbraio 2012

viaggio a Machu Picchu


Ieri è stata una giornata molto particolare.
Un volo di Condor mi ha portato sulle cime più Sacre del pianeta Terra, fino a Machu Picchu , ad un appuntamento preparato da chissà quanto tempo. Un grandissimo avvenimento ha permesso di trasportare me e amici blu in quel posto, dove un fratello sta spendendo le sue energie per regalarci le sue emozioni e renderci partecipi di quanto vive. Questo grandissimo dono ha  reso possibile anche un altro fatto,  il risveglio del Decimo Totem e l'attivazione del Codice Stellare. Ora, conoscere il codice stellare è possibile, attraverso un bellissimo lavoro di Luisa Muratori,  attivarlo rendendolo operativo è altra cosa. Non spetta ne' a lei ne' a nessun altro farlo, questo è fuori discussione, è cosa personale e quando succede è perchè tutta una serie di avvenimenti si sono messi in alllineamento, se mai qualcuno dovesse propinarvi la sua attivazione statene alla larga. Io la penso cosi'.
Ieri una delle magie della creazione mi ha portato la visione collettiva, congiunta di, di un'amata sorella,  la stessa visone presa da un altras ottica, completando e confermando l'unione di cuori e intenti, cosa che è successa anche ad altri amici.
E' vero, forse di fronte a chi afferma di avere contatti e avvistamenti, di operare attraverso canali diretti o viaggi astrali può sembrare piccola cosa,  facendolo sorridere.
Ma chi se ne frega, per me è stata una meravigliosa esperienza,  perchè è tutta opera mia, non ci sono maestri a indicarmi il cosa e come,  sono i miei sforzi e il mio impegno che mi portano ad essere presente, al momento giusto, senza aver la necessità di essere imboccata.
Ed è questa spontaneità, questa sincronicità istintiva che mi procura questa grandissima soddisfazione, questo riuscire con le mie sole forze a compiere il cammino,  dove l'incontro e l'unione con anime colme di Luce ha permesso questo meraviglioso, semplice,  miracolo d'amore.

il TEMPIO DELLA LUNA 


martedì 31 gennaio 2012

omaggio a urh del graal

onore e gloria

sabato 28 gennaio 2012

diamo a Cesare quello che è di Cesare

Oggi vi voglio parlare di uno di quei casi che mi fanno dire: c'è speranza.
E' capitato  che un amico,  oggi abbia compiuto un grandissimo passo sulla via dell'evoluzione spirituale, verso la riscoperta del proprio SE'.   Ci sono persone cosi', che  permettono a se stessi di mettersi in gioco, e come dei buoni combattenti affrontano di petto a volte , le situazioni, a volte ci sbattono il muso, a volte capitolano a volte commettono errori fatali, a volte azzeccano il contenuto. Un buon Guerriero a volte  agisce in maniera consapevole, o  istintiva, può anche ritornare sui propri passi e riconoscere che in quanto gli succede c'è nascosta una vera lezione di vita. Un buon GUerriero ammette, la propria responsabilità,  togliendosi il salame dagli occhi, accettando la verità che davvero non aveva ancora  voluto guardare negli occhi.
E cerca, si impegna, desidera imparare per riuscire ad Essere un Buon Guerriero, perchè questa è la sua scelta, difficile, rischiosa, irta di imprevisti ma è la sua scelta, e la percorre fino in fondo, a muso duro, se serve, è disposto a rischiare per questo. E allora succede, che i risultati si mostrano, incredibili, perfetti, meravigliosi. I risultati di tanto riconoscimento in poche ore, lo hanno portato a fare un salto notevole di coscenza.
Ecco,  di fronte a questo amico,  che si è polverizzato e ha saputo ricostruirsi  attraverso una perfetta  circostanza, posso dire che c'è speranza, quella speranza che mi fa sorridere perchè  una grande Luce si è aggiunta,  nelle file delle forze del Bene, una bella Luce che splenderà sempre di più, e se tanto mi dà tanto, ( come dico sempre)  diventerà un bellissimo Faro,  che illuminerà ogni angolo che incontrerà,   sulla strada della propria Divinità.
Ciao piccola stella,  sii fiero di te stesso.

giovedì 26 gennaio 2012

urca urca tirurera


Ne ho messe talmente tante che non so più quale si e quale no...eh eh eh.
Le zampe però mi ricordano una certa posizione che aveva Willy Coyote, in un cartone animato, dove indossava il costume di Batman volando allegramente e schiantandosi altrettanto allegramente...ah ah ah.
Certo che quando c'è il Sole tutto assume una ottica diversa,  anche se hanno appena annunciato l'arrivo della neve anche in pianura a bassa quota,  basta una giornata di Sole e tutto  brilla..
Ho nostalgia di una certa puzzola.
Ma che due sacri maroni,  ma perchè mai le persone autentiche si contano sulle dita di un Puma?
Nella necessità di rifornirmi di camice da notte ho optato per il negozio del paese, da notare che lo frequento mooooolto poco,  ma, in preda ai fumi del caffè ho preso questa infelice decisione., colpa del bar  che è distante, se fosse più vicino con una siringa di arabica avrei avuto le idee più chiare.
Fatto sta che  la mia taglia non c'era qundi : te la procuro , e ti aspetto martedi' di sicuro..
Ma chi li regge quelli che ti sfornano e come è bella e come è di moda e guarda che colore , la piega, il pizzetto,  è la più bella del reame...
O ma ci devo dormire e ho quasi 60 anni, che aspide vuoi che me ne freghi?
Ma è un mio problema, quello di non reggere i ruffiani, che dove sono sono, ma sempre ruffiani rimangono.
Almeno ho capito  perchè  non ci metto mai piede in quel negozio e questo perdura da quasi 25 anni,,  i sacchetti per il vomito non ci sono da nessuna parte, o ti vomiti sui piedi o compri qualcosa alla svelta e te la fili.
Eh,   sign- Urh,      meno male che   URCA URCA TIRURERA  OGGI SPLENDE IL SOL, ( DA ROBIN  HODD DI W. DISNEY).

lunedì 23 gennaio 2012

HIPPOPOTAMUS BBBONI ( E MOLTO MENO BONI)

Mio marito gioca a biliardo da sempre. Soltanto da poco però  ho ricevuto un paio di inviti per partecipare come pubblico ad una delle molte gare a cui  si iscrive,  si vede che con l'avanzare dell'età aumenta la morìa  e servono nuovi spettatori di rimpiazzo......
Cosi' ho potuto godere l'altra sera della visone di una gara,  capendoci un tubo a dire il vero, a parte questi che girano in tondo intorno al biliardo con l'asta in mano giocando a Goriziana.
Mi stavo annoiando a morte ( cercando i mille modi per filarmela mi avessero mai ripetuto l'invito ) dopo già soli 4 minuti  ( e dovevo durare almeno due ore )quando ringraziando i piani divini le cose sono cambiate.
Faccio parte di quelle donne che, occupando uno spazio importante  trididimensionale, quando  mi distendo ( c'è la solita malalingua che dice svacco )  sul divano vengo indicata come otaria  spiaggiata, ma hanno quasi ragione.
Sapete che soddisfazione ho provato nel vedere il relativo corrispettivo maschile dell 'otaria  spiaggiata, ovvero l'ippopotamus allungato sparso.??????
Questo esemplare bazzica le sale da biliardo in gruppi numerosi, l'età media è di 50 anni, il peso di 120 kili tutti ammassati sulla pancia.
questa è la posizione preferita, ( questo è pure bono.. ci sono pure questi neh. per la gioia dei miei occhi) ora aggiungete la pancia di Obelix e moltiplicate per il numero dei partecipanti e le varie posizioni, c'è anche quella  in cui si distendono lungo tutto il bordo e non di traverso come qua sopra....ed io che mi stavo disperando.gh gh gh gh.

giovedì 12 gennaio 2012

AKUNA MATATA

ed eccoci di nuovo qua ad ascoltare la voce del mondo.
E' un periodo i cui ho spesso la febbre, di conseguenza faccio quello che dovrei con grandissssssimo dispendio di energia perchè  NON NE HO LA MINIMA VOGLIA. Domenica è il compleanno della mia
cucciolina, insomma, 27 anni,  considerato che si sbafa al ristorante devo essere in forma, quasi smagliante.
Sto come l'amico della foto qua sopra,  , tendo a mandare a fan gala e non mi interessano i mali del mondo, mi sono accorta che sento moltissimo questo anno ma  è diverso da quello che credevo. Voglio dire, molta frenesia mi circonda, ma io sto nell'occhio del ciclone, volete un fiore?  Che meraviglia,  si sta da Dio, questo vedere le cose e sentirsene estranei, fantastico.
A volte penso a quanto sono fortunata, perchè lo sono,  guardando con gli occhi dell'osservatore quanto succede intorno a me. Piccoli e grandi segnali quotidianamente mi confermano che l'onda continua ad essere quella giusta e ringrazio continuamente per questo, perchè sono in grado di riconoscerli e questo migliora notevolmente le mie giornate. Un pò  di  AKUNA MATATA,   è quanto serve, per scrollarsi di dosso i pidocchi e molto savoir lontra,  per giocare. Giocate amici cari  e sorridete di voi,  poi quando vi diranno ma come fai a?   potrete rispondere  AKUNA MATATA.

smak smak.  
ADORO I DRAGHIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII.........