Combatti come un Leone
Difenditi come una Montagna
Sorgi come il Sole
Muori come un Eroe

domenica 3 ottobre 2010

Dragologia: Manuale Tecnico

I Draghi Preistorici

Diversamente dai Dinosauri i Draghi hanno lasciato rari resti fossili. Possiamo solo augurarci che un giorno i paleontologi rinvengano ciò che resta degli scheletri di un megalosaurus e del progenitore dei Draghi moderni che chiameremo draconodonti, morti magari in una lotta spaventosa. Nel frattempo se vogliamo scoprire qualcosa sul draconodonte e sul modo con cui si è evoluto dobbiamo basarci su ciò che è noto dei draghi moderni. Seguendo la teoria di Darwin, daremo per certo che, come gli altri animali, i draghi si sono evoluti adattandosi all'ambiente. Dato che nel mondo moderno e' amissibile l'esistenza di un grande predatore alato che sputa fuoco, possiamo supporre che ciò sia valido anche per il passato.
I reperti fossili lasciano pensare che siano esistiti animali di grandi dimensioni con ali e artigli. Mancano tuttavia le tracce delle zanne con cui i draghi sputano il loro veleno infiammabile. Dunque non si sa se il Draconodonte- il cui nome significa dai denti di drago- sputasse fuoco.


IL DRACO stupidus dell'Isola di Pasqua

era uno dei pochi draghi predatori capaci di divorare esseri umani , sceglieva le sue vittime tra gli uomini con le teste più grandi.Per difendersi gli islani scolpirono teste in pietra di dimensioni colossali, prese di mira dal drago, come prede. Incapace di sfamarsene questo drago fini' per estinguersi.

Nota dell'editore: per quanti si sia fatto tutto il possibile per assicurare l'accuratezza delle informazioni riportate in queste pagine, i draghi riservano molte sorprese, Dunque qualsiasi differenza riscontrata tra i le illustrazioni e gli esemplari avvistati- per esempio il numero delle dita o il colore della pelle- è riconducibile agli artisti che hanno raffigurato gli esemplari sul campo.( edizioni Rizzoli)

Nota di Drago Blu: dove finisce la verità ed inizia la leggenda?

Nessun commento:

Posta un commento